rotate-mobile
Giovedì, 21 Settembre 2023
Basket

Cuore, carattere e supplementari: la Bakery vince ancora in Supercoppa

I biancorossi rincorrono per quasi tutta la gara ma nel finale raggiungono Crema, la superano all'overtime 91-85 e si qualificano per i Quarti di finale

Rincorre per quasi tutto l’incontro la Bakery, ha il merito di non arrendersi mai e di restare aggrappata alla partita nonostante Crema provi a più riprese a dare spallate per concludere la sfida. Trova i supplementari con un tiro incredibile di Criconia allo scadere e come contro Fiorenzuola nel primo turno vince all’overtime, dimostrando un carattere da applausi. Non avrà una valanga di fuoriclasse Piacenza, ma ha un cuore enorme che, se rimarrà tale, durante la stagione potrà rivelarsi spesso decisivo. Intanto arriva la qualificazione ai Quarti di finale di Supercoppa grazie allo scarto finale di sei punti che supera di una sola lunghezza il risultato di Lissone vincente con Omegna.

La cronaca - I lombardi partono meglio e dopo 4’ sono avanti 10-5; Conti che chiama time out e urla ai suoi ragazzi chiedendo maggiore attenzione. L’effetto non è immediato, con gli ospiti che si prendono un paio di tiri facili senza però segnare, poi è Wiltshire a muovere il punteggio in casa biancorossa. Adesso Piacenza è un po’ più aggressiva, ma continua a commettere troppi errori sui due lati del campo; anche Crema è tutto meno che perfetta, così un primo quarto per nulla spettacolare termina 21-12 per gli ospiti.

La formazione di casa trova qualche buona conclusione e prova a dare vivacità alla propria gara, ma in generale fatica a dare continuità anche se riesce ad accorciare grazie ai cinque punti consecutivi di Wiltshire che portano la Bakery a un possesso di distanza: 26-24 dopo un quarto d’ora. L’incontro continua a essere spezzettato e falloso, con le due squadre spesso in lunetta e i lombardi più precisi dalla linea della carità. Però Piacenza aumenta il pressing difensivo, si mette anche a zona e impedisce agli avversari di ragionare, così quando Mastroianni cattura un rimbalzo e lo trasforma la partita è completamente aperta, poi Wiltshire fa esplodere il PalaBakery infilando la tripla esattamente sulla sirena: per il biancorosso il punto personale numero 13 che lo mette alla pari di Tsetserukou.

Si va al riposo con Crema avanti 34-33, ma c’è appena il tempo di rientrare sul parquet che per la prima volta i biancorossi sono avanti con un bel contropiede di Maglietti. Arriva la tegola del quarto fallo di Besedic e Piacenza deve fare a meno del suo centro titolare per metà partita. La situazione lunghi diventa ancora più preoccupante quando Tsetserukou costringe al quarto fallo anche Manenti obbligando Mastroianni a giocare da pivot, ma il solito Wiltshire ricaccia indietro Crema che aveva nuovamente messo la testa avanti: 48-44 Piacenza. Adesso si alza anche il livello del gioco e quando suona la sirena degli ultimi dieci minuti gli ospiti conducono ancora 53-52 ma il passaggio del turno è tutto da decidere. I lombardi guadagnano subito cinque lunghezze di vantaggio, però la squadra di Conti è abituata a inseguire. Crema, che all’inizio tirava da tre con percentuali da prefisso telefonico, inizia ad infilare anche dalla distanza; Piacenza risponde colpo su colpo e a 5’ dal termine pareggia a quota 62 con Manenti. Gli ospiti perdono Tsetserukou a cui viene fischiato il quinto fallo e per i lombardi è un’assenza importante. Si ha la conferma quando il suo dirimpettaio Besedic piazza la tripla che vale il 71 pari a 1 minuto e mezzo dal termine. Sarà ancora una volta un arrivo allo sprint, ma con i biancorossi in attacco gli arbitri fischiano un fallo a Besedic che regala palla agli ospiti a 23 secondi dal termine. Sembrerebbe la parola fine sulla gara, invece Criconia si inventa un tiro impossibile che vale la parità a 74 e i nuovi supplementari dopo quelli del primo turno con Fiorenzuola.

Qui Piacenza si sente a casa, prima allunga con Mastroianni, po ruba due palloni con un indemoniato Criconia che infila anche l’82-78. Crema pareggia con i liberi, Maglietti li ricaccia indietro con sette punti consecutivi che di fatto chiudono l’incontro e permettono alla bakery di volare ai Quarti di finale di Supercoppa.

BAKERY PIACENZA-PALLACANESTRO CREMA 91-85

(12-21, 33-34, 52-53)

BAKERY PIACENZA: Wiltshire 27, Criconia 19, Barattieri ne, Soviero 5, El Agbani 5, Marchiaro, Mastroianni 12, Maglietti 9, Perugino ne, Civetta ne, Manenti 7, Besedic 7. All. Conti.

PALLACANESTRO CREMA: Oboe 6, Carta 7, Nicoli 14, Ballati 11, Graziani ne, Stepanovic 11, Tsetserukou 18, Ianuale 14, Facchi, Ziviani 4. All. Baldiraghi.

ARBITRI: Stefano Pulina e Filippo Giovagnini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cuore, carattere e supplementari: la Bakery vince ancora in Supercoppa

SportPiacenza è in caricamento