Basket

Per la Bakery una lunga trasferta: con Cassino si gioca a porte chiuse

Prima gara stagionale lontano da Piacenza per i biancorossi. Manenti: «in settimana ci siamo focalizzati sull'attacco»

Sono circa 619 i chilometri che separano Piacenza da Cassino, destinazione della prima trasferta in questo campionato di Serie B Nazionale della Bakery Basket Piacenza. E non si tratta neppure di quella più lontana che attende la formazione biancorossa durante questa stagione agonistica. Dopo la sconfitta all’esordio di domenica scorsa, però, i ragazzi di coach Giorgio Salvemini domenica alle 17 sono alla ricerca di un pronto riscatto.

La gara contro Cassino non solo sarà difficile per il valore dell’avversario, che domenica scorsa è uscito sconfitto solo nel finale sul parquet della Libertas Livorno dopo essere stata a lungo in vantaggio, ma anche perché il PalaVirtus resterà chiuso al pubblico. La partita, infatti, si giocherà a porte chiuse e questo inevitabilmente creerà un ambiente surreale. A tal proposito s’invitano i tifosi piacentini a non organizzarsi per la lunga trasferta.

«In settimana abbiamo lavorato in maniera intensa - dichiara Luca Manenti -, anche perché il coach arrivando in corsa ha dovuto inserire tante cose in poco tempo. Non smettiamo mai di allenarci e di dare il massimo. Soprattutto dopo la partita di domenica, che ha evidenziato alcune nostre lacune. Per questo ci siamo focalizzati tanto sull’attacco per cercare quelli che possono essere i nostri vantaggi. Guardando la difesa di Cassino ci aspetta una squadra temibile, con dei lunghi che hanno delle particolari caratteristiche ed un playmaker molto pericoloso al tiro lontano da canestro».

La Bakery Basket Piacenza, inoltre, questa mattina ha partecipato all’evento ‘Più sport più vita’ organizzato da Sport e Salute e tenutosi in piazza Cavalli a Piacenza. L’evento ha visto dalle 10 alle 18 la partecipazione di tanti bambini e ragazzi al villaggio multisport, con l'obiettivo di avvicinarsi al mondo dello sport e della salute. Gli scolari si sono potuti cimentare in tutte le discipline presenti con le varie società che hanno aderito alla manifestazione, ed in particolare la pallacanestro. In piazza anche gli atleti biancorossi Mastroianni, El Agbani, Manenti e Wiltshire, testimonial per la giornata, che si sono intrattenuti a giocare con i ragazzi dando dimostrazione dello sport più bello del mondo. Un’opportunità, questa, che ha permesso alla Bakery attraverso il proprio staff di allenatori di entrare in contatto con tanti giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per la Bakery una lunga trasferta: con Cassino si gioca a porte chiuse
SportPiacenza è in caricamento