Giovedì, 23 Settembre 2021
Basket

Al PalaBakery non si passa: battuta anche la Juvi Cremona 70-62

Gli ospiti partono meglio, poi i biancorossi recuperano e trascinati da Perin (21 punti) e Vico (17) si godono una notte da soli in testa alla classifica

Parte così così la Bakery, poi accelera e quindi a brava a respingere il ritorno della Juvi Cremona tenendo sempre gli avversari a una discreta distanza al termine di una partita equilibrata. I biancorossi mantengono l’imbattibilità casalinga e proseguono la corsa in vetta alla classifica distanziando ulteriormente gli avversari, terzi in graduatoria, e godendosi per una notte il primato in solitaria, in attesa della gara che domenica Vigevano giocherà in casa di Fiorenzuola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA CRONACA - Piacenza fatica a trova soluzioni offensive, con gli ospiti che chiudono bene i varchi e si portano subito avanti 8-3 prima che Campanella chiami time out urlando ai suoi di essere più cattivi. Cosa succede nell’azione successiva? Pressing a tutto campo dei biancorossi, palla rubata e Cremona che riesce a fermare i biancorossi solo con un fallo. Ci si aspettava una battaglia e infatti il clima è infuocato, anche se la gara è molto corretta: tocca a Perin con cinque punti consecutivi riportare i suoi a un possesso di distanza: 13-10 Juvi. Gli ospiti dominano sotto canestro (12-3 il conto dei rimbalzi nel quarto iniziale) e sorprendono un paio di volte in contropiede, ma proprio sulla sirena una tripla di Vico vale il primo sorpasso 20-19.

La Bakery non ha ancora lo spirito giusto, così ci pensa ancora Campanella a far scoccare la scintilla: protesta, si prende il tecnico e poi chiede ai suoi una reazione. Che arriva con una stoppata di Sacchettini e con il solito Vico, che si infila fra tre avversari e si guadagna i liberi del pareggio a 26. Però quando manca ancora un’eternità e il secondo quarto non ha ancora registrato il giro di boa arriva il terzo fallo di De Zardo che rischia di complicare i piani in casa piacentina. In una gara in cui le difese hanno la meglio arrivano alcuni errori evitabili, solo in parte giustificati dal ritmo elevato da ambo le parti: ne approfitta Piacenza che a metà gara è avanti 36-29.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al PalaBakery non si passa: battuta anche la Juvi Cremona 70-62

SportPiacenza è in caricamento