Basket

Bakery, sabato sfida infuocata con la Juvi Cremona

Obiettivo della formazione di Campanella è mantenere l'imbattibilità casalinga. «Ogni squadra vincente parte dalla difesa e noi vogliamo essere una di queste»

Decima giornata di campionato del girone B2 della Serie B per la Bakery Basket, a caccia di due punti casalinghi e pronta per una sfida che si preannuncia infuocata. Impegno importante per Birindelli e compagni, che sabato 6 febbraio alle 21 difenderanno con tutte le forze l'imbattibilità del PalaBakery anche contro una squadra preparata e agguerrita come la Juvi Cremona, ora terza in classifica.

Un passo indietro alla sfida di Varese, è stata una bellissima gara giocata con molta intensità limitando le iniziative offensive dei lombardi: secondo te si potrà replicare una prestazione difensiva di così alto livello? 

«Indubbiamente la difesa deve essere alla base di ogni nostra vittoria e di ogni nostro successo. Noi partiamo da lì per poi avere dei vantaggi in attacco e soprattutto per limitare i nostri avversari. A Varese siamo stati molto bravi a farlo; addirittura nel terzo quarto abbiamo subito canestro soltanto a 30 secondi dalla fine. Ogni giorno ci alleniamo per migliorare questo aspretto. Ogni squadra vincente parte dalla difesa e noi vogliamo essere una di queste».

All’andata con la Juvi Cremona è stata una partita che ha visto una prestazione di squadra notevole, sopperendo egregiamente la mancanza di Perin, inoltre avete limitato al massimo uno dei loro migliori giocatori, Marco Bona. Pensi sia la chiave anche di questa gara ? 

«All’andata arrivò un’ottima prestazione, anche se nel secondo tempo in generale eravamo un po’ calati come intensità e come qualità; questo ha permesso a Cremona di rifarsi sotto. I ragazzi sono stati bravi a limitare Bona che è indubbiamente il loro faro, il loro motore, il giocatore che, insieme ad Antrops, gioca più palloni. Senza ombra di dubbio una delle chiavi della partita è limitare questi due giocatori, che insieme ottengono un terzo dei punti della squadra. Dobbiamo ripartire da lì per poi avere il più possibile dei vantaggi, anche se non mi aspetto una partita simile a quella dell’andata. Ogni incontro è una storia a se, non vuol dire che se all’andata non avevamo Perin e ora c’è la sfida sia più facile. Loro vengono da due vittorie consecutive, hanno cambiato la guida tecnica e quindi saranno più agguerriti che mai, noi come ogni volta dobbiamo far valere il nostro fattore campo». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bakery, sabato sfida infuocata con la Juvi Cremona

SportPiacenza è in caricamento