menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Bakery trova un altro scalpo prestigioso: Chieti battuta 80-69

Gli abruzzesi, favoriti per la promozione, rincorrono per tutta la gara e cedono di fronte a Piacenza come aveva fatto Cento all'esordio

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Piacenza non si passa. Non c’è riuscita Cento all’esordio in campionato, due settimane dopo i biancorossi si prendono anche lo scalpo di Chieti, un’altra delle favoritissime per la promozione. Non c’è il clima del “derby” di quindici giorni fa, l’entusiasmo non supera i livelli di guardia, così questa volta la formazione di Campanella vince con un mix di corsa, cambiamenti in difesa e un tiro da tre che non è perfetto ma si rivela fondamentale. Ma soprattutto con quella grinta e quella lucidità che nei momenti decisivi permettono ai padroni di casa di lasciarsi alle spalle tutte le difficoltà. Di fronte a una delle formazioni più temute la Bakery è costretta a rincorrere in un solo periodo della gara, per il resto sono sempre gli avversari a guardare le spalle di Maggio e compagni, subendo le spallate dei biancorossi ogni volta che riescono a riavvicinarsi. E se Piacenza riuscirà a mantenere lo stesso stile anche in trasferta non è difficile prevedere che questa squadra potrà dare fastidio a chiunque.

LA PARTITA - Impossibile chiedere alla Bakery un approccio migliore: la formazione di Campanella scatta fin dal riscaldamento e sorprende immediatamente gli avversari con tre triple, poi Maggio ruba palla su una rimessa e infila l’11-0 che costringe Chieti a fermare il gioco. A quel punto inizia la partita vera, gli ospiti alzano il ritmo e pur senza piazzare guizzi particolari tornano in partita. Dopo poco più di 6 minuti Artioli commette il secondo fallo e lascia il posto a Cena, alzi lo sguardo verso il tabellone e la Esa Italia è già a un solo possesso: 13-10 Piacenza. Ma alla ripresa dopo la prima sosta Maggio trova un gioco da quattro punti che scava un nuovo gap favorevole alla Bakery per il 23-17. Piacenza oltretutto inizia a caricare di falli gli ospiti che sono costretti a chiedere aiuto alla panchina, con i padroni di casa che sfruttano un bonus arrivato presto; si riposa anche l’ex biancorosso Stanic, fino a quel momento miglior marcatore ospite. Ma a 6’ esatti dall’intervallo lungo per la prima volta Chieti arriva spalla a spalla ai biancorossi: contropiede vincente e 25-25. La squadra di Campanella gioca anche per un certo periodo con la difesa a zona, poi viene superata per la prima volta in tutto l’incontro a pochi istanti dal riposo lungo: 41-40 Chieti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento