rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Basket

Primo quarto fatale alla Bakery che cede 85-75 a Udine

Avvio difficoltoso dei biancorossi che dopo 10' sono sotto 32-16. La rincorsa con la corazzata Udine non riesce, anche se la squadra di Campanella non si arrende mai

La Bakery Piacenza ci prova contro la Apu Udine, una delle favorite per la corsa promozione guidata dall'esperto Boniciolli. I biancorossi lottano per tutto l'incontro ma restano sempre dietro a causa di una partenza molto complicata, un primo quarto in cui gli ospiti arrivano a condurre 32-16 dopo 10 minuti. Da quel momento la strada è in salita, i padroni di casa non si arrendono ma sono sempre costretti a rincorrere e chiudono sconfitti 85-75.

Gli ospiti cominciano la sfida con l'idea di servire Walters dentro l'area, mentre Piacenza cerca di liberare Raivio in uscita dai blocchi. Primo quarto frizzante: piovono triple e si corre in contropiede. Morse tenta una schiacciata alla Jordan dal tiro libero ma la palla si stampa sul ferro. Delusione del pubblico. Sul 12-20 Udine coach Campanella chiama time-out e chiede più attenzione sui tiratori avversari. La zona dei padroni di casa viene bucata facilmente: troppo spazio dentro l'area per i tagli dei lunghi di Udine dopo il consueto blocco sulla palla. L'attacco dei piacentini è stagnante; ci pensa Bonacini con qualche invenzione personale a sbloccare le operazioni offensive, poi anche Giuri si iscrive al festival delle triple con un piazzato dell'angolo. Sul finire del primo parziale un'ingenuità di Lucarelli regala tre liberi agli ospiti. Il punteggio dice 16-32 dopo la prima sirena: inizio preoccupante per i biancorossi.

Ad inizio secondo quarto rientra Morse, e subito si guadagna due tiri liberi. Udine difende forte, al limite del fallo. Gli arbitri lasciano correre, forse anche troppo. Piacenza pressa a tutto campo ed è lotta selvaggia su ogni rimbalzo. Protesta anche Boniciolli dopo un fallo fischiato ai suoi e viene richiamato all'ordine dagli arbitri. La partita sta diventando sempre più nervosa, da ambo le parti. Perin infila una tripla in contropiede: boato del Palabakery e timeout ospite sul 23-32. La difesa dei padroni di casa lascia comunque troppi tiri aperti alle guardie avversarie: occorre correre ai ripari immediatamente. Udine gioca in scioltezza, Piacenza tenta anche la zona ma Pellegrino è implacabile con i suoi ganci alla Kevin McHale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo quarto fatale alla Bakery che cede 85-75 a Udine

SportPiacenza è in caricamento