rotate-mobile
Basket

Bakery, serve una vittoria per guadagnarsi il match point

Biancorossi martedì ancora in casa (alle 20.30) per Gara2 di play out contro Legnano. Un successo porterebbe la squadra di Di Carlo avanti 2-0 nella serie

Una Piacenza che ha iniziato a mostrare la faccia cattiva nel secondo periodo con un parziale conclusivo da 27-20. E quando nel finale il pallone ha iniziato a scottare, sia Appling (31, con 5/9 da 3) che capitan Perego (18 + 7rimbalzi) si sono assunti la responsabilità. Ora mancano due vittorie per la salvezza.

«Mi auguro che gara 2 sia diversa da quella con Cassino. Con questi infortuni le rotazioni si sono accorciate, però avendo avuto una settimana di riposo in più rispetto a loro dovremo far valere la nostra energia. Anche il lato fisico vuole la sua parte. Per quello che riguarda il campo invece mi aspetto una partita tosta perché la Axpo è veramente agguerrita, ed inoltre ha tanto tifo a supporto. Siamo consapevoli – aggiunge l’ex Latina - del fatto che mancano due vittorie alla salvezza, e dopo il filotto negativo in campionato questo sesto successo consecutivo è davvero importante. Farne addirittura 8 sarebbe fantastico, ma ora dobbiamo stare concentrati su gara 2 e vincerla. Poi a Legnano si vedrà».

Biancorossi che nella prima sfida della serie oltre ai quattro uomini in doppia cifra hanno offerto una splendida prestazione a rimbalzo con 37 palloni conquistati (33 per Legnano) di cui 10 offensivi, che hanno permesso di avere 7 tentativi dal campo in più rispetto ai Knights. E se gli ospiti hanno tirato complessivamente meglio (53% contro 48% da 2, e 48% contro 40%), oltre al duo Thomas-Raffa che ha prodotto 55 punti (64% del totale), solamente Bortolazzi ha risposto presente con 11 punti in 17’. Ci ha provato anche Serpilli (6 pts) ma non è bastato. In casa Bakery invece i sorrisi arrivano da più lati. Green ha distribuito 9 assist organizzando la manovra per tutti i 40’ sul parquet, Castelli è tornato in doppia doppia (15+11rimbalzi) e dopo un tragico inizio da 3 punti (3/12) la mira dalla lunga distanza è notevolmente migliorata chiudendo con un robusto 8/20.

In vista della seconda puntata per Piacenza la ricetta è sempre quella: vincere a rimbalzo, tirare bene da lontano e correre per cercare punti facili. Per la Axpo invece il copione è molto preciso: abbassare il ritmo. Inoltre coach Mazzetti deve sperare di trovare alternative offensive al suo formidabile duo Usa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bakery, serve una vittoria per guadagnarsi il match point

SportPiacenza è in caricamento