rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Basket

Dal 27 al 30 dicembre Piacenza capitale del basket giovanile con la Bakery Cup

In campo alcune delle migliori formazioni italiane di Under 17 e Under 13. L'assessore Cavalli: «Un torneo sportivo che è anche un evento commerciale e di promozione del nostro territorio»

Un anno di stop obbligato non ha diminuito l’entusiasmo. Così la Bakery Cup torna protagonista con la settima edizione in calendario dal 27 al 29 dicembre e lo fa puntando ancora più in alto: oltre 280 ragazzi Under 13 e Under 17 fra i più promettenti dell’intero panorama cestistico nazionale si daranno battaglia sui campi di Piacenza e provincia. Ci saranno Venezia, Siena, Verona, Milano e Fortitudo Bologna fra i più grandi, Cremona, Milano, Treviglio, Desio e Venezia fra i più giovani per un’iniziativa che si preannuncia tutta da vivere e da seguire.

La manifestazione è stata presentata nella Sala Consiglio dall’assessore allo sport Stefano Cavalli e dagli organizzatori Simone Zamboni, responsabile del settore giovanile della Bakery, e Roberto Spagnoli, responsabile marketing biancorosso.

«Si preannuncia un evento bellissimo - sono le parole di Cavalli - a testimonianza dell’attenzione che la società e il presidente Marco Beccari rivolgono al settore giovanile e più in generale ai valori dello sport. Oltretutto il torneo porterà a Piacenza tanti ragazzi e le loro famiglie e questo significa creare anche un evento commerciale e di promozione del nostro territorio, perché lo sport non è solamente attività agonistica ma anche un modo per farsi conoscere al di fuori dei nostri confini. Non dimentichiamo poi che la Bakery è rimasta attiva con i più giovani anche nei momenti più difficili legati al Covid a testimonianza del valore sociale che il ruolo del club continua a ricoprire».

Al torneo parteciperanno anche le formazioni biancorosse,:«Un modo - ha chiarito Zamboni - per consentire ai nostri ragazzi di confrontarsi con squadre di livello assoluto. Il risultato ovviamente passerà in secondo piano, ma vogliamo che i cestisti della Bakery possano trovare grandi motivazioni scendendo in campo con alcune delle squadre più forti di tutta Italia. Non è stato semplice organizzare il torneo in questa fase particolare, ma siamo passati sopra tutte le difficoltà grazie agli stimoli che quotidianamente ci arrivano dal nostro presidente».

Quattro i campi interessati, il PalaBakery e l’Ex Genio Pontieri a Piacenza, quindi Castelsangiovanni e Gossolengo, con quattro partita al giorno, due in programma la mattina e due il pomeriggio per tutte e tre le giornate di gara. «Ci aspettiamo anche un buon numero di spettatori - sono le parole di Spagnoli - ovviamente nel rispetto di tutte le normative vigenti, perché il torneo si svilupperà in assoluta sicurezza sia per i giocatori sia per gli spettatori. Tutti i ragazzi rimarranno a dormire e a mangiare nelle strutture piacentine e questo significa portare vantaggi anche alle attività economiche. Senza dimenticare che sono previste alcune attività collaterali: abbiamo inventato l’hashtag #bakerybeactive e inviteremo i giocatori a postare foto sui loro social con i monumenti della nostra città. Inoltre in collaborazione con l’associazione 18-30 abbiamo previsto alcuni progetti contro il razzismo che prenderanno vita durante il torneo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 27 al 30 dicembre Piacenza capitale del basket giovanile con la Bakery Cup

SportPiacenza è in caricamento