menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Angelo Guaccio, autore di una prova positiva

Angelo Guaccio, autore di una prova positiva

Bakery già costretto a rincorrere: Cecina vince gara1

Biancorossi autori di una prova giocata bene solo a sprazzi e con troppi errori. Gli ospiti chiudono 74-71 al termine di una gara in cui sono rimasti quasi sempre avanti

Pensi che finalmente i padroni di casa allunghino, invece quando si riparte i biancorossi si dimenticano di rientrare in campo: le maglie larghissime in difesa permettono agli ospiti di trovare due conclusioni dalla lunga distanza senza alcuna contrapposizione e fra le fila del Bakery inizia a emergere anche un po’ di nervosismo, come conferma qualche battibecco per un pallone perso. La gara si scalda e non solo per la temperatura atmosferica, i biancorossi subiscono un parziale di 14-3 e si trovano sotto di 12 lunghezze (51-39). Come spesso accade il momento difficile ha l’effetto di una doccia gelata che sveglia la squadra: il gioco non è certamente fluido, ma in una gara così importante bisogna aspettarselo, però iniziano ad arrivare i risultati sotto forma di canestri importanti che iniziano a ridurre il vantaggio e soprattutto le certezze degli ospiti. Perego prende falli e trasforma i liberi, ma poi si vede scivolare dalle mani la palla del facilissimo 57 pari.

Quando mancano dieci minuti al termine la sfida è ancora apertissima e proprio Perego pareggia in contropiede: dopo 32 minuti di gioco è ancora tutto da decidere. La nuova mini-partita inizia con una tripla di Liberati e la palla rubata di Guaccio, ma quando mancano due giri d’orologio il tabellone segna ancora 65-65 dopo che Piacenza non riesce ad effettuare una rimessa in attacco, lasciando scadere i cinque secondi regolamentari, e gli ospiti concludono l’azione successiva con un tiro improponibile sulla sirena. Nessuno centra più il canestro, così la differenza la fanno un tiro libero e una conclusione di Cecina su una rimessa che regala 3 punti di vantaggio a 30 secondi dal termine. Stanic infila la conclusione da due, ma sull’azione successiva Cecina trova canestro e fallo guadagnando quattro lunghezze di vantaggio a 22 secondi dalla conclusione che diventano due a 18 dalla fine. Logico il fallo obbligato, ma Forti è glaciale dalla lunetta e l’ultimo tiro della disperazione di Bruno non arriva neanche al ferro per il definitivo 74-71 ospite.

BAKERY-CECINA 71-74

(17-20, 36-34, 55-57)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento