Questo sito contribuisce all'audience di

La Bakery vuole tornare a sorridere

I biancorossi ospitano Verona e cercano di riprendere confidenza con la vittoria dopo il passo falso di domenica scorsa con Forlì

Andrea Crosariol nel confronto con Forlì

Dopo il brutto stop contro Forlì, la Bakery vuole tornare a sorridere. Nonostante un ottimo periodo in casa biancorossa, contro la Unieuro è arrivato il quarto stop stagionale che ha interrotto la marcia biancorossa. Una marcia, che fino a quel momento, indicava tre vittorie consecutive. Domenica la truppa di coach Coppeta tornerà fra le mura amiche per affrontare la Tezenis di coach Dalmonte. È proprio il condottiero di Piacenza a parlare tra Forlì e Verona e, a fare un bilancio della prima metà del girone d’andata.

«Il giudizio più che sulle prime sette partite, preferisco darlo alle ultime quattro. Nelle prime tre uscite, da archiviare, Cento, Treviso e Ferrara un po' per l’arrivo tardivo di Voskuil e un po' per la cattiva condizione atletica di alcuni ragazzi, avevamo pochissima amalgama. Negli ultimi 4 impegni (record 3-1) abbiamo vinto a Montegranaro e le due partite in casa, per cui il bilancio è sicuramente positivo. Logico che, quando conquisti punti a Montegranaro pensi di poter ripetere quella prestazione a tuo piacimento, però Forlì domenica aveva una determinazione che noi non abbiamo nemmeno sfiorato. La vera differenza è stata tutta lì: il nostro approccio soft contro la loro durezza».

Spostandoci sull’avversaria di domenica, il coach analizza: «Verona è una squadra ben attrezzata, con buoni giocatori in tutti i reparti e margini di miglioramento enormi. Dobbiamo affrontarla con la determinazione che è mancata domenica. Tatticamente invece dovremo essere attenti, perché la loro fisicità mischiata fra lunghi ed esterni può dare fastidio. Pazienza, intensità e attenzione faranno la differenza”.

Accompagnano le parole del coach, quelle del vero dominatore dell’ultimo periodo biancorosso: Andrea Crosariol.

«A Forlì siamo stati abbastanza bravi fino a metà tempo (al 19’ la Bakery era sotto di 6 lunghezze), poi però ci siamo disuniti e per colpa di alcuni errori banali loro sono scappati oltre la doppia cifra di vantaggio. Da lì in poi è stata dura anche solo provare a rimontare». Il numero 15 biancorosso sottolinea i miglioramenti rispetto ad inizio stagione e le difficoltà di affrontare Verona: «Sicuramente siamo cresciuti come gioco e intesa tra di noi, ma abbiamo ancora molto su cui lavorare sopratutto in difesa, anche perché domenica ci aspetta Verona. La Tezenis è una squadra forte. Noi dovremo essere concentrati 40 minuti e, sopratutto, reggere l’impatto fisico della partita».

Note - Ospite dei biancorossi la Busa Volley, formazione partecipante al campionato di Serie B2 femminile. Nell’intervallo Big Shot, la sfida al tiro da metà campo: per i vincitori, i premi messi in palio da Code7.4, sponsor della Bakery Piacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento