Mercoledì, 22 Settembre 2021
Basket

La Bakery vuole calare il settebello, ma attenzione a Pavia

Sabato alle 21 gara casalinga per la formazione di Campanella, reduce da sei successi consecutivi. «Dovremo essere bravi ad imporre il nostro ritmo partita e sfruttare al massimo le occasioni create»

Lorenzo De Zardo, uno dei punti di forza della Bakery

C’è grande attesa per l’undicesima giornata di campionato: al Palabakery è attesa la Riso Scotti Pavia. I biancorossi, in testa alla classifica del girone B2, arrivano da sei vittorie consecutive e non hanno nessuna intenzione di fermarsi, nemmeno contro la formazione lombarda. Ad introdurci all’importante match di sabato sera alle 21.00 ci pensa coach Federico Campanella.

La partita di sabato scorso contro la Juvi Cremona, per certi versi è stata una gara non bella da vedere, ma sicuramente una grande prova di squadra e di carattere. Qual e stata la chiave per vincere il match? 

«Senza ombra di dubbio la nostra difesa che ora è anche la migliore del girone. Abbiamo ottenuto 44 rimbalzi con 19 offensivi, dominando sotto canestro e limitando il loro attacco prolifico a soli 62 punti. E’ stata davvero una grande prova di sacrificio che rispecchia il duro lavoro degli allenamenti e la capacità di compattarsi come una vera squadra nel momento del bisogno»

Pavia, squadra con un nuovo allenatore rispetto all’andata, con giocatori d’esperienza e di valore che viene da una bellissima vittoria. Cosa ti aspetti da questa partita? E cosa può essere differente alla fase ascendente del campionato? 

«Affronteremo una squadra molto diversa, che dopo il brillante successo ottenuto a Piadena giocherò sulle ali dell’entusiasmo per riscattare anche la gara giocata in casa loro. Pavia possiede gran gioco e tante grandi individualità da non sottovalutare come Rossi, Nasello, Torgano e D’Alessandro. Dovremo essere bravi ad imporre il nostro ritmo partita e sfruttare al massimo le occasioni create».

Due giornate fa, prima della sfida contro Varese, avevi chiesto alla squadra una prova di maturità. Come pensi stiano reagendo i tuoi giocatori dopo questi incontri? Che atteggiamento ti aspetti per la prossima sfida casalinga? 

«La prova di maturità l’abbiamo superata alla grande contro Varese e con la Juvi è arrivata la continuità. Ora quello che chiedo ai miei giocatori è di alzare il livello della nostra qualità e competitività in campo, sia a livello offensivo sia difensivo. Siamo consapevoli che non siamo neanche a metà della stagione, perciò il miglioramento quotidiano è per noi essenziale. Sono estremamente soddisfatto, ma il nostro sguardo è rivolto a futuro e per ora dobbiamo mantenere un profilo basso».

Nella gara con la Juvi hai dato tanto spazio agli Under, che hanno dimostrato di poter dare un contributo importante in ogni momento; anche con Pavia saranno centrali nel vostro piano partita?

«La crescita e la maturazione dei nostri Under sarà fondamentale per tutta la nostra stagione. Abbiamo giovani che io considero giocatori di alto livello e con infinite potenzialità che vogliamo sfruttare al meglio nel corso di tutta l'annata. Quando possiedi un pacchetto di giovani di qualità come il nostro, la loro crescita non ha un limite e vogliamo che il miglioramento si prolunghi nel tempo viste le loro straordinarie capacità».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bakery vuole calare il settebello, ma attenzione a Pavia

SportPiacenza è in caricamento