rotate-mobile
Basket

L’Under 19 Eccellenza dell'Assigeco non smette di sognare: il viaggio continua alle finali nazionali

L'incredibile vittoria 89-88 con Cantù alle finali interzonali vale la qualificazione alle gare di Chiusi in programma dal prossimo 29 aprile

E chi se lo sarebbe immaginato otto mesi fa all’inizio della preparazione prestagionale? Dopo aver sconfitto nella semifinale dell’Interzona il Basket Roma per 78-62, con un’altra prestazione a tutto cuore, sudore e sacrificio, l’Under 19 Eccellenza targata Assigeco Basket Academy supera in un finale al cardiopalma la Pgc Cantù per 89-88 e strappa l’ultimo pass disponibile per le finali nazionali di categoria in programma dal prossimo 29 aprile a Chiusi (Siena), aggiungendosi al Gruppo D con Treviso Basket, VL Pesaro e Firenze Academy.

Che sarebbe stata una serata speciale lo si capisce fin dai primi istanti di gioco: in un Pala Coverciano dove la tensione per questa finale dell’Interzona è alle stelle, i ragazzi del duo Manzo-Bereziartua sono consapevoli che sarebbe servito ancora una volta gettare il cuore oltre l’ostacolo, ma fin dalle prime battute non si lasciano intimidire davanti all’agguerrita formazione lombarda. A dimostrarlo è il punteggio: 23-16 il parziale del primo quarto, con il gap di vantaggio dei biancorossoblu che tocca addirittura il +16 nel corso della seconda frazione, chiusa avanti 45-34. Al rientro dagli spogliatoi Cantù cerca di dare uno scossone alla partita trascinata da un Tosetti (30 punti) ispiratissimo da oltre l’arco, che rimette tutto in discussione e apparecchia il match per un finale punto a punto (67-63 al 30’). Gli ultimi dieci minuti vedono continui ribaltamenti di fronte, con i biancorossoblu per altro costretti a perdere Joksimovic per falli a cinque minuti dal termine. Nessuna delle due squadre riesce a prendere il sopravvento, ma quando Cantù è sopra di un punto a un minuto e mezzo dal termine ci pensa Fiorillo a mandare a bersaglio una bomba pesantissima per il nuovo vantaggio Assigeco. Cantù risponde dall’altra parte per l’ennesimo pareggio, mentre Conti subisce fallo e combina un uno su due in lunetta. La pressione si fa sempre più alta, Cantù non trova la via del canestro, Fiorillo ha la palla per chiudere i conti ma Gherardini commette un fallo offensivo che, essendo il suo quinto, lo estromette dai giochi. Con poco più di dieci secondi i lombardi hanno la chance di portare a casa il match ma falliscono per ben tre volte l’occasione con Tosetti, Meroni e Clerici e sono costretti ad arrendersi 89-88. Apoteosi Assigeco: il sogno delle finali nazionali è realtà.

ASSIGECO PIACENZA-PGC CANTU' 89-88

(23-16, 45-34, 67-63)

ASSIGECO PIACENZA: Matteo Gherardini 26, Gianmarco Fiorillo 25, Milos Joksimovic 21, Yordany Angarica 6, Jacopo Conti 4, Gabriele Ferraresi 4, Francesco Tedoldi 3, Tommaso Dal Cero, Gabriele Agosti, Benjamin Imaz Uriarte, Pietro Corbellini, Danilo Polenghi. Allenatore: Humberto Manzo (assistente: Facundo Bereziartua).

PGC CANTU': Carlo Tosetti 30, Filippo Clerici 19, Gregorio Meroni 17, Riccardo Greppi 14, Gabriele Tarallo 3, Pietro Moscatelli 3, Luca Bandirali 2, Andrea Beltrami, Luca Cattaneo, Mattia Viganò, Federico Mazzoleni, Goerge Toluwa. Allenatore: Guido Saibene (assistenti: Bonassi, Pozzoli, Acker).

Le parole del coach biancorossoblu Humberto Manzo: «È stata una vittoria pazzesca, la realizzazione di un sogno. Ancora non riesco a credere a ciò che abbiamo fatto, complimenti ai ragazzi, sono stati eccezionali. Voglio dedicare la vittoria a loro, alla società e a tutti coloro che fanno parte della famiglia Assigeco».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Under 19 Eccellenza dell'Assigeco non smette di sognare: il viaggio continua alle finali nazionali

SportPiacenza è in caricamento