Questo sito contribuisce all'audience di

Basket - L'Assigeco torna a sorridere, sbancato il campo di Udine

Il solito Hasbrouck protagonista con 23 punti. Dopo un avvio in salita, per Piacenza è decisivo il terzo quarto

Il gruppo dell'Assigeco festeggia la vittoria con Udine

Trascinata dal solito implacabile Hasbrouck, l’Assigeco torna al successo battendo in trasferta Udine e prosegue la corsa verso il terzo posto in classifica. Piacenza soffre in avvio, ma è brava a restare in partita compiendo poi l’allungo decisivo nel terzo quarto, mettendo la freccia senza più voltarsi indietro.  

In effetti la partenza è tutta nel segno di Okoye, che inizia con una tripla e poi schiaccia in tap-in. Gli ospiti registrano un avvio piuttosto freddo al tiro (1/4 da due, 0/5 da tre), quindi tocca a Borsato e Raspino trovare le prime conclusioni dalla lunga distanza per l’Assigeco e stoppando il nuovo tentativo di fuga di Udine. Ad inizio secondo quarto coach Lardo decide di schierare la difesa a zona, una scelta che si rivela subito controproducente con Borsato ad infilare la retina friulana dalla media e lunga distanza per il primo vantaggio Assigeco sul 19-17. Okoye continua a dare spettacolo, ma Udine non riesce mai a scrollarsi di dosso Piacenza che con Borsato (11 punti con 3 triple) e Hasbrouck (8 punti) impatta a quota 30 quando siamo al 16’. Nel campo dei padroni di casa Allan Ray, dopo un primo quarto in ombra, sale in cattedra realizzando 9 punti nella seconda frazione che consentono ai padroni casa di mantenersi in vantaggio 39-36 all’intervallo lungo.

Al rientro dagli spogliatoi l’aggressività difensiva dell’Assigeco frutta l’immediato sorpasso con un parziale di 7-0 grazie ai canestri di Dincic, Hasbrouck e Raspino in campo aperto. Coach Lardo si vede costretto a chiamare timeout, ma le difficoltà dei padroni di casa non accennano a terminare; Piacenza ne approfitta prolungando il parziale in proprio favore e volando 39-47.  Il terzo quarto si rivelerà decisivo per l’esito dell’incontro, con il completo dominio di un’ispirata Assigeco che doppia gli avversari nel punteggio (28-14 il parziale), chiudendo la frazione a +11 con un ottimo 53-64.

I padroni di casa ovviamente non vogliono alzare bandiera bianca prima del tempo, Cuccarolo prova a guidare la rimonta di Udine, Pinton sigla la tripla e nel giro di tre minuti i bianconeri ritornano prepotentemente in partita (62-64). Tocca a Borsato, Raspino e Hasbrouck dare nuovo ossigeno a Piacenza, con lo statunitense che in penetrazione firma il +10 per i biancorossoblù al 37’. Ma proprio quando i giochi sembrano essere chiusi, Udine riesce a produrre un nuovo sforzo spingendosi fino al -2. Ci pensa il solito Hasbrouck a lanciare i titoli di coda con la tripla della sicurezza che permette a Piacenza di tornare alla vittoria dopo due sconfitte consecutive; prossimo appuntamento sabato 21 gennaio alle 18.30, quando al PalaBanca arriverà la Tezenis Verona.

GSA APU UDINE – ASSIGECO PIACENZA 72-79

(16-14, 39-36, 53-64)

Udine: Ray 12, Ferrari 6, Traini 2, Zacchetti 8, Okoye 20, Nobile 5, Cuccarolo 8, Pinton 9, Gatto 2, Vanuzzo ne, Chiti ne, Diop. All.: Lardo.

Piacenza: De Nicolao 9, Hasbrouck 23, Dincic 7, Infante 4, Raspino 14, Persico 2, Rossato 7, Brigato, Zucchi ne, Borsato 13. All.: Andreazza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • La Gas Sales Bluenergy rischia il crollo, va sotto 2-0 poi recupera e batte Padova al tie break

Torna su
SportPiacenza è in caricamento