rotate-mobile
Basket

Assigeco senza alternative: contro Pistoia è obbligatorio vincere

Giovedì la serie playoff si trasferisce a Piacenza, con la squadra di Salieri sotto 2-0 contro i toscani

Le due gare in terra toscana non hanno sorriso all’Assigeco Piacenza, sotto 2-0 nella serie con la Giorgio Tesi Group Pistoia nonostante due buone prestazioni. I ragazzi di coach Stefano Salieri hanno però adesso la possibilità di giocare davanti ai propri tifosi per provare a invertire l’inerzia di questo quarto di finale, consapevoli che l’unico modo per allungare il proprio cammino nei playoff è vincere. Con la palla a due fissata al PalaBanca per giovedì 18 maggio alle ore 20.30 i biancorossoblu sono chiamati a un’altra prova fondamentale della loro stagione, dove necessario sarà l’apporto di tutti i componenti di un roster che può contare sull'esperienza di Davide Pascolo:

“Pistoia è stata molto brava a cogliere le occasioni per allungare e a rispondere colpo su colpo a ogni nostro tentativo di fuga. Da parte nostra c’è il rammarico di non aver sfruttato un paio di situazioni dove eravamo avanti nel punteggio, ovviamente anche per merito dei nostri avversari”.

Dove il vostro piano partita ha funzionato e dove non ha funzionato in queste due gare?

“Sicuramente guardando i numeri abbiamo sofferto molto a rimbalzo in attacco, specialmente in gara-1. È difficile trovare una chiave in queste prime due partite della serie: quando riusciamo a correre in contropiede abbiamo fatto vedere di poter fargli molto male, e ciò deve essere un qualcosa che dobbiamo cercare di fare con più continuità, partendo dal lavoro in difesa e dalla lotta a rimbalzo”.

Dall’alto della tua esperienza di partite di playoff, come si può cambiare l’inerzia della serie?

“Provando a impattare bene la partita, con decisione e aggressività come d’altronde abbiamo fatto sia in gara-1 che in gara-2. In entrambi i casi non è arrivata la vittoria, ma indipendentemente da quello che ha detto il risultato finale abbiamo fatto vedere di saperli mettere in difficoltà. Ci è mancata la zampata decisiva, ma dobbiamo continuare su questa strada”.

Riadattarsi al ruolo di centro in stagione in corsa quanto è stato difficile?

“L’infortunio di Brady ha scardinato il nostro assetto, perciò è stato un qualcosa di necessario. Comunque per me non è un qualcosa di nuovo, mi è già capitato nel corso della carriera. Mi sono fatto trovare pronto”.

Ora si torna al PalaBanca per allungare la serie. Oltre alla spinta dei tifosi biancorossoblu cosa non dovrà mancare in campo?

“Sarà pur banale dirlo ma fondamentale per noi sarà scendere in campo con una grandissima voglia di combattere e di lottare su tutti i palloni. Dovremo essere bravi ad arginare i nostri avversari: vogliamo portarci a casa gara-3 e allungare la serie”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assigeco senza alternative: contro Pistoia è obbligatorio vincere

SportPiacenza è in caricamento