Questo sito contribuisce all'audience di

McDuffie trascina l'Assigeco alla vittoria su Bergamo

I piacentini partono bene, si fanno superare ma chiudono 74-64 con 20 punti dello statunitense

Una vittoria nel segno di Markis McDuffie: l’Assigeco bagna l’esordio casalingo con un successo per 74-64 ai danni della WithU Bergamo, trascinata dalla doppia doppia da 20 e 10 rimbalzi dell’ala americana. Buone le prove anche di Carberry e Molinaro, autori rispettivamente di 14 e 10 punti, mentre agli orobici non bastano i 18 punti e 11 rimbalzi di Rei Pullazi.

LA CRONACA – I padroni di casa cercano di attaccare in transizione sin dall’inizio, trovando canestri facili nei primi secondi dell’azione che consentono di portarsi in vantaggio 12-2. Calvani chiama prontamente timeout e i gialloneri si riportano sul -5 grazie a Mattia Da Campo, ma l’energia di Piacenza è tale che gli ospiti sprofondano a -12 (20-8), colpiti puntualmente da McDuffie e Massone. Nel secondo quarto però le cose cambiano e Bergamo trova risposte con Pullazi dai 6.75 che riporta i suoi fino al -7: ci pensa Masciadri a limare ulteriormente lo svantaggio chiudendo il primo tempo in svantaggio di sole 3 lunghezze sul 39-36 Assigeco.

La formazione di Calvani rientra in campo con tutt’altro piglio e in meno di tre minuti tramortisce i biancorossoblù con un parziale di 9-0 firmato ancora una volta Rei Pullazi. Gli uomini di Salieri barcollano, ma dopo il timeout riprendono vigore; Formenti piazza una delle sole due bombe di squadra in tutta la partita e l’Assigeco rimette il naso avanti per 50-49. E’ Bergamo però a chiudere il quarto in vantaggio di un punto. Nell’ultimo periodo una tripla a testa di Zugno e Parravicini ridà il +7 agli ospiti: sembra finita, ma una giocata di energia al ferro di McDuffie esalta i piacentini che nei minuti finali ritrovano la verve di Tobin Carberry, silente fino a quel momento e autore di 8 punti nel quarto decisivo. L’ultimo parziale dice 21-10 in favore di Piacenza, che nonostante il 2/15 da tre e un insufficiente 10/21 ai liberi domina la lotta sotto le plance (47-38 il computo dei rimbalzi) e tira con il 58% all’interno dell’arco. I miglioramenti rispetto alla partita di Treviglio, soprattutto sotto l’aspetto della tenuta mentale, faranno felice coach Salieri che da domani preparerà la partita casalinga contro l’Urania Milano decisiva per il passaggio del turno.

IL DOPO PARTITA: «Sono molto contento per i buoni spunti che i ragazzi hanno fatto vedere in questa gara – commenta coach Stefano Salieri – soprattutto perché nel momento di difficoltà non ci siamo disuniti e, anzi, abbiamo reagito di squadra. Nel gioco corale siamo cresciuti, anche se dobbiamo ancora migliorare nelle esecuzioni. In ogni caso ci siamo comportati bene anche sotto i tabelloni, dove Molinaro ha mostrato tutto il proprio potenziale. Domenica affrontiamo l’Urania che sarà anche la nostra prima avversaria in campionato: una squadra forte, che ha inserito ottimi giocatori, ma una partita che ci permetterà di capire a che punto siamo nel nostro processo di avvicinamento al campionato».

ASSIGECO PIACENZA-WITHU BERGAMO 74-64

(23-14, 16-22, 14-18, 21-10)

ASSIGECO PIACENZA: Voltolini, Perotti ne, Poggi 3, Molinaro 10, Formenti 3, Carberry 14, McDuffie 20, Gajic, Massone 9, Guariglia 6, Cesana 9, Jelic ne. All. Salieri

WITHU BERGAMO: Da Campo 4, Bedini, Parravicini 3, Seck 4, Purvis 8, Vecerina 4, Masciadri 9, Easley ne, Pullazi 19, Zugno 14. All. Calvani

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento