rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Basket

Per l'Assigeco una gara a rincorrere: festeggia l'Urania 88-73

Non bastano 30 punti di McGusty, gli ospiti conducono per tutto l'incontro e conquistano due punti che valgono anche il sorpasso in classifica

Era una sfida fra due formazioni appaiate in classifica, che l’Assigeco doveva vincere per portare in parità gli scontri diretti dopo la sconfitta subita all’andata. «Dovremo evitare l’approccio molle della settimana scorsa» aveva ammonito Salieri. Il 19-10 iniziale non è proprio quello che ci si aspettava: i padroni di casa sono sempre costretti a rincorrere e non basta la rimonta, mai definitivamente concretizzata, nella seconda frazione. Si chiude con Milano che festeggia grazie all’88-73 e Piacenza alla ricerca della continuità.

LA PARTITA - Il pomeriggio inizia ben prima dell’ingresso in campo, con la società che annuncia l’arrivo di Marco Portannese, guardia già in nazionale, capace di vincere uno scudetto con Siena ed ex di Virtus Bologna, Scafati, Montegranaro, Torino e anche Urania.

L’Assigeco fatica a trovare il canestro ma anche Milano non è scatenata in attacco, così quando Querci infila la tripla dopo oltre tre minuti e mezzo i padroni di casa sono avanti 4-3. Dimenticato il primo periodo da mani gelate ecco che la retina inizia a muoversi; gli ospiti sono più precisi e si portano avanti 11-8 dopo 7 minuti; Milano ci prende gusto e con Potts infila dalla lunghissima distanza il 19-10 che costringe il coach di Piacenza a fermare il gioco. Serve a  poco, perché i lombardi alla prima sirena chiudono avanti 21-14 e non appena rientrano in campo allungano nuovamente arrivando fino al +13 mentre Salieri fa esordire Marco Portannese e chiede aiuto al nuovo arrivato. Il problema per i piacentini è che dopo poco più di tre minuti del secondo quarto sono già in bonus con gli avversari che non hanno ancora commesso fallo. Miaschi prova a dare la scossa, ma l’Assigeco è troppo morbida in difesa e a metà gara Milano conduce 42-28.

McGusty è il primo a raggiungere la doppia cifra sul tabellino, ma i padroni di casa rimangono distanti. Adesso la formazione di Salieri alza il ritmo nella propria metacampo, recupera un paio di palloni e poi sfrutta il momento pazzesco del solito McGusty che per tre volte quasi consecutive con un gioco da tre ottiene 23 punti personali ma soprattutto riporta i padroni di casa a un solo possesso di distanza: 47-50. Finalmente il PalabancaSport si scalda, perché adesso c’è partita, ma contro questa Urania non si può prendere fiato che subito i milanesi allungano nuovamente sfruttando un attimo di sosta dei piacentini e quando suona la sirena di fine terzo quarto il tabellone indica 63-56 per gli ospiti.

L’Urania continua a trovare soluzioni da dietro l’arco mentre i ragazzi di Salieri si giocano male almeno tre facili occasioni senza nemmeno riuscire a concludere. Così quando Potts trova il canestro dalla lunga distanza nonostante una mano in faccia Milano è di nuovo avanti 71-61 a poco più di 5’ dalla conclusione. I 30 punti di McGusty non bastano, l’Urania esce fra gli applausi del gruppetto di tifosi che festeggia l’88-73.

ASSIGECO PIACENZA-URANIA MILANO 73-88

(14-21, 14-21, 28-21, 17-25)

ASSIGECO PIACENZA: Kameron Mcgusty 30 (12/20, 1/5), Brady Skeens 12 (4/6, 0/0), Luca Cesana 12 (2/5, 2/7), Federico Miaschi 9 (0/2, 3/8), Davide Pascolo 4 (2/3, 0/0), Lorenzo Querci 3 (0/0, 1/1), Nemanja Gajic 3 (0/2, 1/3), Antonio jacopo Soviero 0 (0/0, 0/1), Marco Portannese 0 (0/1, 0/1), Milos Joksimovic 0 (0/0, 0/0), Matteo Gherardini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 11 - Rimbalzi: 30 8 + 22 (Brady Skeens 15) - Assist: 15 (Federico Miaschi 5)

URANIA MILANO: Matteo Montano 19 (2/3, 4/8), Giddy Potts 18 (2/6, 4/6), Giorgio Piunti 15 (3/5, 3/4), Kyndahl Hill 11 (5/9, 0/0), Michele Ebeling 9 (3/4, 1/2), Rei Pullazi 9 (4/5, 0/1), Andrea Amato 7 (0/4, 2/6), Simone Valsecchi 0 (0/0, 0/0), Andrea Marra 0 (0/0, 0/0), Matteo Cavallero 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 8 / 13 - Rimbalzi: 34 9 + 25 (Giddy Potts 10) - Assist: 22 (Giddy Potts 6)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per l'Assigeco una gara a rincorrere: festeggia l'Urania 88-73

SportPiacenza è in caricamento