menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Nicolao, regista di Piacenza

De Nicolao, regista di Piacenza

L'Assigeco chiude con una sconfitta 86-78, ma che carattere con Treviso. VIDEO

Di fronte alla capolista la formazione di Andreazza, già certa della salvezza, lotta fino all'ultimo minuto. Grande partita di Formenti, autore di 20 punti

Termina con una sconfitta il campionato dell’Assigeco. Ma è una battuta d’arresto che dimostra comunque il carattere di una squadra capace di lottare per tutta la stagione contro infortuni e avversità senza mai arrendersi, sognando i play off fino a quando la situazione è stata relativamente gestibile e quindi conquistando una meritatissima salvezza. Anche contro la capolista Treviso, in corsa per il primo posto, la formazione di Andreazza, già sicura della salvezza da qualche settimana, mostra sul terreno di gioco la voglia di non dare mai nulla per scontato. Gli stimoli sono tutti dalla parte degli avversari, Piacenza però parte meglio e anche quando va sotto resta sempre attaccata alla partita. Certo, se Treviso è là in alto un motivo, anche tecnico, ci sarà, ma i padroni di casa pagano ancora una volta dazio alla sfortuna, sottoforma di stop a Biruta dopo pochi minuti di gioco che obbliga Andreazza a perdere chili e centimetri sotto canestro. Eppure con la capolista c’è partita fino ai minuti finali e addirittura Piacenza mette paura agli avversari anche a pochi minuti dal termine, poi l’allungo di Treviso è decisivo.

Parte meglio l’Assigeco e le triple dei lunghi Infante e Biruta portano avanti Piacenza 8-6. Poi però Biruta sbaglia una facile conclusione da sotto (nell’azione subisce anche un colpo con la sua gara che finirà qui) e il contropiede di Treviso vale il 15-11 ospite. Dalla lunga distanza la squadra di Andreazza è letale e sfruttando il tiro da tre recupera: Dincic firma il 17-15 e in pochi istanti il numero 14 diventa il miglior marcatore di Piacenza con 7 punti frutto degli assist di De Nicolao e Infante per il 23-15. Ma non può tirare il fiato l’Assigeco, perché in un attimo Treviso è di nuovo avanti 27-25. Piacenza regge l’urto prima di cedere nel finale a uno scatenato Perl, che piazza 21 punti personali per il 47-36 ospite.

Al rientro in campo l’Assigeco riparte discretamente, ma gli stimoli sono quelli che sono e di conseguenza anche l’intensità difensiva. Il guizzo di De Nicolao riporta Piacenza a -8, ma il copione è sempre lo stesso: i padroni di casa accorciano però quando arrivano a una distanza che i trevigiani ritengono pericolosa vengono ricacciati indietro. Così gli ospiti mantengono sempre un vantaggio intorno ai 10 punti fino allo sprint del terzo quarto, quando sulla sirena Raspino trova la tripla che regala il -6 all’Assigeco: 60-66. Si riparte per gli ultimi dieci minuti della stagione ed è un Formenti scatenato (chiuderà con 20 punti, miglior marcatore di Piacenza) a far capire che l'Assigeco non stenderà il tappeto rosso di fronte agli avversari trovando per tre volte la via del canestro e mettendo Treviso a tiro: 68-71. E’ l’ultimo assalto, poi gli ospiti cambiano nuovamente ritmo e chiudono conquistando il successo.

UCC ASSIGECO PIACENZA – DE LONGHI TREVISO 78-86
(25-19, 11-28, 24-19, 18-18)

Piacenza: De Nicolao 11, Costa, Raspino 8, Formenti 20, Infante 13, Persico ne, Dincic 9, Brigato ne, Zucchi ne, Hasbrouck 14, Borsato, Biruta 3. All.: Andreazza.

Treviso: Perry 15, La Torre, Moretti 5, Malbasa 2, Fantinelli 5, Saccaggi 3, Rinaldi 11, Negri, Ancellotti 8, Perl 23, Marini. All.: Pillastrini.

GUARDA IL VIDEO DI ASSIGECO-TREVISO

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento