rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Basket

Con Ferguson nel motore l'Assigeco deve invertire la rotta su uno dei campi più tosti del campionato

La squadra di Ceccarelli, reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro gare, viaggia verso Caserta. «Serve una prestazione di alto livello». Ferguson torna a disposizione

L'Assigeco Piacenza cerca di uscire dalla mini crisi (due sconfitte consecutive, tre nelle ultime quattro partite) per cominciare al meglio il 2020 e per farlo dovrà conquistare lo scalpo della Juvecaserta al Palamaggiò. Partita non facile, soprattutto considerando l'andata dove gli uomini di Gentile si imposero con facilità al PalaBanca trovando la prima vittoria in campionato grazie ad uno scatenato Marco Giuri.

I biancorossoblù devono per forza di cose cercare di conquistare i due punti perché perdere significherebbe mettere a rischio la permanenza nella zona playoff in cui la squadra di Ceccarelli si era stabilita saldamente da settimane. La buona notizia alla vigilia della trasferta campana è sicuramente quella riguardante il completo recupero di Jazz Ferguson dopo quasi due mesi di assenza. Starà ora a coach Ceccarelli scegliere chi fra i tre americani dovrà scendere in campo per rilanciare le ambizioni dell'Assigeco.

I ROSTER

Sporting Club Juvecaserta: 0 Aldi, 3 Mastroianni, 4 Allen, 10 Iavazzi, 11 Sosa, 12 Bianchi, 14 Valentini, 15 Paci, 16 Carlson, 17 Hassan, 19 Del Vaglio, 20, D'Aiello, 21 Giuri, 22 Cusin, 24 Gervasio, 28 Vigliotti, 44 Turel. All. Gentile.

Assigeco Piacenza: 1 Ferraro, 3 Ferguson, 2 Montanari, 4 Faragalli, 6 Ogide, 8 Molinaro, 9 Rota, 11 Gasparin, 14 Piccoli, 15 Ihedioha, 25 Cremaschi, 33 Santiangeli, 55 Hall, 77 Jelic. All. Ceccarelli.

DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Coach Gabriele Ceccarelli: “Veniamo da un periodo non brillantissimo e la partita con Montegranaro di domenica scorsa deve essere cancellata da una prestazione importante in trasferta, consci della forza del nostro avversario e ben memori della partita dell’andata in cui Caserta ci prese letteralmente a schiaffoni. Questo ricordo deve essere bene impresso nelle nostre menti per spronarci ulteriormente a sfoderare una prestazione di alto livello su uno dei campi più ostici di tutto il campionato”.

Giovanni Gasparin, guardia: “Quella di Caserta é una trasferta molto tosta. Già all'andata ci misero in grande difficoltà. Ora dobbiamo guardare solo a noi stessi, a fare un passo avanti tutti assieme per rimediare alla sconfitta casalinga e per tornare alla vittoria”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Ferguson nel motore l'Assigeco deve invertire la rotta su uno dei campi più tosti del campionato

SportPiacenza è in caricamento