menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una Assigeco sprecona è punita da Trapani 84-80

I piacentini si spengono nel finale e steccano all'esordio casalingo nonostante i 29 punti di McDuffie

Deve recitare il mea culpa l’Assigeco che fa l’esordio casalingo subendo nel finale il ritorno di Trapani. A cinque minuti dalla fine i piacentini sono avanti 73-67 e gli ospiti devono anche a fare a meno di Corbett infortunato. Ma nel momento decisivo i padroni di casa si spengono: troppe imprecisioni consentono ai siciliani di salire sull’aereo con un successo importantissimo e lasciano l’amaro in bocca a Formenti e compagni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In avvio Salieri ritrova Molinaro che però parte in panchina, anche se riuscirà a rendersi parecchio utile nel corso dell’incontro. Nessuna delle due squadre dimostra di avere la mano calda, tanto che dopo oltre cinque minuti il tabellone segna 6-5 per l’Assigeco. Più che al tiro la lotta è sotto canestro per i rimbalzi, dove le rispettive difese hanno quasi sempre la meglio. Renzi fa valere i muscoli nel confronto con McDuffie e schiaccia per il 13-9 che rappresenta il primo allungo ospite, quindi tocca a Carberry dare la scossa ai padroni di casa con una serie di accelerazioni che portano i risultati sperati. I problemi al tiro di Piacenza non sono finiti, ma quando arrivano due triple che portano la firma di Cesana e di Molinaro ecco il sorpasso 26-25. Gli arbitri assegnano un antisportivo a Renzi che porta Poggi a firmare un 2 su 2 dalla lunetta per il 28-25, ma subito dopo la stessa sanzione arriva a gioco fermo anche per Molinaro. Gli ospiti mettono nuovamente la freccia 32-28, poi in un amen i padroni di casa si riportano avanti 37-34 in una sfida che non ha ancora un padrone definito.

Al ritorno in campo si infortuna Corbett costretto a lasciare il terreno di gioco, ma inizialmente l’Assigeco sembra essere rimasta negli spogliatoi: qualche imprecisione e un paio di palloni regalati agli avversari valgono il 49-45 ospite. Le emozioni sono solamente all’inizio: di nuovo Molinaro firma l’ennesimo sorpasso prima di commettere il quarto fallo e lasciare il posto a Guariglia, poi McDuffie festeggia i 20 punti personali concretizzando il 57-51 dopo una palla rubata da Massone. Adesso arrivano canestri a raffica e la tripla di Curberry dopo un coast to coast di Massone consegna il 73-67 ai padroni di casa a metà dell’ultimo quarto, ma Palermo non vuole arrendersi  e prima di prendersi un tecnico piazza la tripla che riporta i suoi a un possesso di distanza. A 3’ dal termine arriva la conferma che la partita si deciderà allo sprint, con il nuovo sorpasso di Trapani che in due giri di lancetta ribalta la situazione meritandosi l’81-76. A 30 secondi dal termine McDuffie (chiuderà con 29 punti) infila il meno 1: 81-80. Poi dalla lunetta gli ospiti piazzano il definitivo 84-80.

ASSIGECO-TRAPANI 80-84

(16-21, 41-39, 58-53)

PIACENZA: Voltolini, Perotti ne, Poggi 2, Molinaro 7, Formenti 12, Carberry 12, McDuffie 29, Gajic, Massone 5, Guariglia 6, Cesana 7, Jelic ne. All. Salieri

TRAPANI: Basciano 2, Renzi 18, Spizzichini ne, Erkmaa 10, Tartamella 2, Mollura 10, Corbett 10, Pianegonda 5, Palermo 18, Nwohuocha 9. All. Parente

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento