menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Questa volta l'Assigeco completa l'opera: Verona si arrende 78-71

Ottima gara della squadra di Salieri, che regge alla grande nel primo tempo, allunga a inizio ripresa e chiude con 19 punti di McDuffie

Questa volta l’Assigeco conclude l’opera. La lezione subita con l’Urania è servita, Piacenza gioca una partita di assoluto spessore e questa volta non sbaglia praticamente niente neanche nel finale, costringendo Verona ad alzare bandiera bianca: 78-71.

Dopo 6’ Molinaro si siede in panchina e deve ricorrere alle cure del fisioterapista per un problema alla caviglia, anche se rientrerà qualche minuto dopo e dimostrerà di aver superato il problema fisico. Subito Formenti ruba palla a spedisce a canestro Carberry per il 12 pari. L’ingresso di Massone porta fantasia, come dimostrano due assist al bacio, e in difesa i padroni di casa hanno l’atteggiamento giusto, così la partita rimane in bilico per tutti i primi dieci minuti. E quando Poggi batte nell’uno contro uno Bobby Jones l’Assigeco è avanti 20-19, ma bastano un paio di azioni in cui gli ospiti fanno girare bene palla per costringere Salieri a fermare il gioco con i veneti a condurre 27-22. E’ il momento più complicato di tutto l’incontro, con Verona che trova discreto successo nel tiro dalla distanza. Per fortuna Cesana risponde sempre presente, così a 2’30 dal giro di boa la partita non ha ancora un padrone e quando suona la sirena dell’intervallo lungo Verona ha una sola lunghezza di vantaggio: 37-36.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento