Domenica, 17 Ottobre 2021
Basket

L'Assigeco innesta una marcia in più e annienta Verona

Trascinata d Ihedioha (21 punti) la squadra di Ceccarelli si appoggia a una grande difesa e supera gli Scaligeri 72-59

Dopo averlo fatto già a Verona, l'Assigeco supera la Tezenis (priva di Henderson) per 72-59, dopo una prova maiuscola di squadra, che ha saputo esaltare le qualità dei singoli, e grazie a una difesa che ha lasciato poche possibilità alle bocche da fuoco gialloblù. Piacenza ha innestato una marcia in più nel secondo quarto (19-8) e nel finale del terzo, quando è stata capace di scavare un divario di otto punti soprattutto grazie ai canestri di Ogide e Ihedioha. I biancorossoblù hanno poi tenuto a distanza gli ospiti in un finale giocato con lucidità.
Nell'Assigeco 21 punti di Ihedioha, 15 di Murry e 13 per la coppia Formenti-Sabatini. In casa Verona 20 punti per Poletti e 15 per Candussi.

PRIMO TEMPO: La partita comincia con Poletti particolarmente ispirato, prova ne sono i dieci punti dalle sue mani nei primi cinque minuti. Piacenza reagisce con la prestanza di Ihedioha, le incursioni di Sabatini e la tripla di Formenti che non lasciano scappare gli ospiti. Il canestro di Ihedioha regala il vantaggio biancorossoblù a metà parziale (13-12), ma Verona si fa valere sotto le plance e la sua circolazione di palla trova poco attrito nella difesa piacentina. Il tutto si traduce in punti (14-20) e nel primo time-out chiesto da coach Ceccarelli. Il secondo quarto si apre con Verona avanti di cinque, divario allargato dalla tripla di Amato, cui risponde Ihedioha, mentre la bomba di Sabatini, appena rientrato in campo, tiene Piacenza a soli due possessi palla di svantaggio (21-26). Vangelov fa valere i suoi centimetri sotto canestro, mentre la schiacciata di Ihedioha rimette la gara in equilibrio quasi perfetto (25-26). Verona è meno lucida rispetto all'avvio, anche perché le maglie difensive piacentine sono più strette. Murry, in penetrazione e in contropiede dopo avere rubato palla ad Amato, spinge Piacenza sul più quattro (32-28), divario con il quale inizierà la ripresa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Assigeco innesta una marcia in più e annienta Verona

SportPiacenza è in caricamento