rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Basket

L’Assigeco di fronte al tabù Torino: obiettivo sesta vittoria consecutiva

In palio il quarto posto in classifica: negli ultimi sei scontri diretti ha sempre trionfato la compagine piemontese

Archiviata la vittoria esterna sul campo di Casale Monferrato, l’Assigeco Piacenza ritorna al PalaBanca alla ricerca del sesto successo consecutivo per il match con la Reale Mutua Torino degli ex Guariglia e Vencato. Con la palla a due fissata per domenica 8 gennaio alle 18.00 si preannuncia una vera e propria battaglia che mette in palio il quarto posto in classifica, con l’Assigeco che proverà a sfatare il tabù gialloblù: difatti, gli ultimi sei incontri tra le due formazioni hanno sempre visto trionfare la compagine piemontese, con i biancorossoblu costretti a cedere il passo dopo un tempo supplementare nelle ultime due sfide. Nonostante il dubbio sulle condizioni di Gherardo Sabatini, ci sono tutti i presupposti per cercare di portare a casa i due punti: la crescita dei ragazzi di coach Stefano Salieri è evidente agli occhi di tutti e non è casuale, come sottolineato dall’allenatore bolognese:

“Non c’è nessun segreto, è solamente tutto conseguenza del lavoro giornaliero in palestra, e sono stupito che molti pensavano che avremo potuto vincere contro tutti fin da subito. La squadra sta crescendo giorno dopo giorno senza mai risparmiarsi in palestra, grazie anche al lavoro quotidiano di tutto lo staff, e adesso posso dire con orgoglio che stiamo giocando una pallacanestro di alto livello”.

Il tandem Cesana-Pascolo in uscita dalla panchina sembra funzionare a meraviglia. Quanto è importante la loro leadership a partita in corso?

“Luca e Dada sono due grandi giocatori con qualità tecniche e morali sopra la media. Sono bravissimi a dare sicurezze dentro e fuori dal campo”.

Nonostante il trend positivo quali pensi siano gli aspetti del gioco in cui potete ancora migliorare?

“Sicuramente abbiamo ancora tanto da migliorare nelle letture e nella gestione dei ritmi di gioco per quanto riguarda la metà campo offensiva. I margini di crescita però sono ancora ampi”.

Domenica al PalaBanca arriva una squadra temibile come Torino, reduce da tre vittorie consecutive e solamente un punto sopra di voi in classifica. Quali pensi saranno le chiavi che decideranno la partita?  

“Torino è la squadra con il miglior attacco del girone e non dobbiamo mai dimenticare che ha avuto tre punti di penalizzazione. Sono una squadra solida, strutturata ed esperta con diverse armi preziose in uscita dalla panchina come Pepe e Poser, che nel match d’andata sono stati decisivi. Sarà bello rivedere al PalaBanca Tommaso Guariglia, giocatore che negli ultimi due anni a Piacenza è cresciuto moltissimo, oltre che a essere un ragazzo splendido. Noi dovremo essere bravi a contenere tutta la fisicità e l’imponenza dei loro giocatori. Sarà un grande banco di prova, ma vogliamo continuare a stupire e cercare di trovare la prima vittoria su Torino: sono queste le partite da giocare con entusiasmo e leggerezza”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Assigeco di fronte al tabù Torino: obiettivo sesta vittoria consecutiva

SportPiacenza è in caricamento