rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Basket

L’Assigeco prova a fare lo sgambetto a una Udine in grande forma

Mercoledì turno infrasettimanale al PalabancaSport: la formazione di Salieri vuole fermare l'Apu che ha vinto quattro delle ultime cinque gare

La trasferta di Rimini non si è conclusa con il risultato sperato per l’Assigeco Piacenza, sconfitta al PalaFlaminio nonostante una buona prestazione e un determinato tentativo di rimonta svanito sul finale. Incassata la sconfitta, per i ragazzi di coach Salieri è già ora di pensare all’impegno successivo, che mercoledì 6 dicembre alle 20.30 vedrà i biancorossoblu impegnati nel match casalingo infrasettimanale contro l'Apu Old Wild West Udine. Con la quasi totalità del girone di ritorno davanti a sé, per l’Assigeco sarà fondamentale quantomeno eguagliare i discreti risultati dell’andata per accedere alla post-season, e coach Salieri appare sicuro riguardo gli aspetti su cui concentrarsi maggiormente in questa seconda parte di campionato:

“Dobbiamo lavorare sulla continuità, oltre che a garantire più rimbalzi. A Rimini da questo punto di vista siamo andati meglio, ho notato una maggiore attenzione da parte di tutti sotto canestro, però sicuramente c’è ancora da lavorare tanto. Inoltre dobbiamo concentrarci sul piano difensivo e sul giocare più in veocità coinvolgendo tutti a livello di passaggi”.

A Rimini la squadra non è riuscita a completare la rimonta sul finale. Cosa è mancato ai tuoi per portare a casa i due punti?

“A Rimini abbiamo fatto una discreta prestazione. Ci è mancata un po’ di continuità durante l’arco della gara e un po’ di precisione ai tiri liberi. Purtroppo questa è una costante dall’inizio dell’anno e alla fine ci è costata caro dato che la partita si è giocata punto a punto. Quest’ultima cosa può essere una nota positiva, perché ancora una volta ce la siamo giocata fino alla fine, e inoltre è stato importante mantenere la differenza canestri in nostro favore”.

Nell'ultimo quarto l’accoppiata Sabatini-Gallo ha dato buoni segnali. C’è la possibilità di vederli più spesso in campo contemporaneamente in futuro?

“Ho voluto provare questa soluzione dopo averli già schierati insieme anche in altre partite per qualche minuto. Penso che siano andati bene, ho visto ottimi segnali ed è stata una delle note più positive della partita a mio avviso. Sicuramente riproporremo questa situzione anche in futuro perché con loro in campo abbiamo disciplina e un apporto positivo sul piano del ritmo”.

Contro Udine servirà la migliore Assigeco. Quali sono le tue sensazioni sulla partita?

“Udine è una squadra di assoluto valore, hanno un roster profondo e completo e per me con la Fortitudo è la leader di questo campionato. Dobbiamo fare una partita di grande spessore, loro fisicamente sono fortissimi e noi dobbiamo essere pronti a rimbalzo cercando di arrivare nelle situazioni in cui possiamo metterli in difficoltà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Assigeco prova a fare lo sgambetto a una Udine in grande forma

SportPiacenza è in caricamento