Questo sito contribuisce all'audience di

Assigeco al PalaBanca in cerca di riscatto

Sabato alle 20.30 arriva Mantova. Coach Riva: «Dovremo trasformare la delusione dell'ultima sconfitta in tanta grinta»

Dopo la buona prova fornita a Mantova, nonostante la sconfitta, l’Assigeco Piacenza torna a calcare il parquet del PalaBanca di fronte all'Orasì Ravenna dell’ex capitano Alberto Chiumenti nell’anticipo della 23^ giornata del Girone Est che si disputerà sabato 24 febbraio alle 20.30.

All’andata furono i ragazzi di coach Antimo Martino ad avere la meglio sui biancorossoblù col punteggio di 71-56. Ravenna è un avversario decisamente insidioso, attualmente al sesto posto in classifica e in piena lotta per i playoff. Gli osservati speciali della difesa imbastita da coach Cece Riva saranno sicuramente i due americani Rayvonte Rice, guardia che viaggia ad una media di 18,8 punti tirando con il 42% da tre punti e il lungo Jerai Grant (13,3 punti e 8,.2 rimbalzi di media). Anche il gruppo degli italiani è molto solido con giocatori di esperienza come Jacopo Giachetti (11,9 punti e 3,4 assist a partita) e l’ex Assigeco Alberto Chiumenti, oltre ai tiratori Stefano Masciadri e Matteo Montano. Le rotazioni della formazione ravennate sono completate dalle ali Andrea Raschi e Giacomo Sgorbati. Infante compagni devono affrontare la partita con la giusta rabbia e determinazione, pronti a riprendersi i due punti sfuggiti di un soffio a Mantova.

I ROSTER

Assigeco Piacenza: 1 Guyton, 2 Montanari, 3 Passera, 5 Sanguinetti, 6 Diouf, 9 Formenti, 10 Infante, 13 Seye, 20 Livelli, 21 Arledge, 23 Oxilia, 24 Amoroso, 44 Reati. All: Riva.

Orasì Ravenna: 2 Scaccabarozzi, 3 Montano, 4 Sgorbati, 5 Giachetti, 7 Chiumenti, 11 Raschi, 14 Masciadri, 17 Cinti, 23 Vitale, 24 Rice, 45 Grant. All: Martino.

LE DICHIARAZIONI DELLA VIGILIA

Cesare Riva, coach: «Purtroppo siamo tornati da Mantova senza punti in classifica, ma anche con la consapevolezza di aver fatto tante cose buone per metterci in condizione di giocarcela fino all'ultimo minuto. Certo, quando si sta così tanto tempo avanti nel punteggio l'amarezza aumenta. Dovremo essere bravi a trasformare questa delusione in ancor più "garra" nella sfida interna di sabato sera contro Ravenna. Loro sono reduci da una bella vittoria nel derby con Forlì che ha chiuso una striscia negativa più in termini di risultati che di gioco. Sono una delle poche squadre che non ha cambiato nulla dal girone d'andata e a due americani solidi e talentuosi affiancano un gruppo di italiani espertissimi di questa categoria e non solo. Sarà un piacere riabbracciare Alberto Chiumenti, non semplicemente un ex per me ma un amico che ho allenato in campionato e soprattutto d'estate per quattro anni consecutivi tra Pavia e Casalpusterlengo».

Giacomo Sanguinetti, playmaker: «La partita con Ravenna sarà molto dura. Ancora ci ricordiamo la partita dell’andata dove loro ci misero in grande difficoltà con la grande aggressività difensiva. I giocatori li conosciamo, sono una buona squadra. Ci stiamo preparando al meglio per affrontare la partita in maniera tranquilla, senza sentire la pressione, per giocare come sappiamo fare».

INDISPONIBILI E INFORTUNATI

Tutto il roster a completa disposizione di coach Riva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento