Basket

Altra sfida cruciale per l'Assigeco: al Campus riflettori puntati su Biella

Sabato 2 gennaio alle 20.45 i biancorossoblù cercano di dare vita al primo mini filotto positivo. Cambio di palasport in extremis, si gioca a Codogno

Federico Massone, uno dei più positivi nell'ultima gara del 2020

La felice conclusione del 2020 per l’Assigeco Piacenza è arrivata con la vittoria autorevole contro Bergamo, ma per iniziare al meglio il nuovo anno i biancorossoblù dovranno cercare di portare a casa i due punti contro un’altra diretta rivale: sabato 2 gennaio infatti al Campus di Codogno (inizio alle 20.45) arriva l’Edinol Biella di Iacopo Squarcina, altra formazione appartenente al vecchio girone Ovest.

I piemontesi occupano il penultimo posto in classifica con una vittoria in sette partite, arrivata l’8 dicembre contro Verona, e nell’ultimo turno hanno ceduto il passo nel derby contro la JB Casale Monferrato. Nonostante questo però sono una squadra da affrontare con estrema cautela, non solo perché la situazione di classifica è data dal fatto di aver già affrontato tutte le big o quasi, ma perché ad oggi sono stati gli unici a mettere in seria difficoltà la schiacciasassi Tortona.

Il roster è giovanissimo, a partire dalle due punte di diamante Berdini e Miaschi fino ad arrivare a Simone Barbante e Lazar Lugic, ma particolare attenzione va prestata ai due veterani del gruppo, ovvero Marco Laganà, playmaker quasi due metri in grado di sfruttare molti mismatch in post basso, e Jakub Wojciechowski, già visto a Treviso e Torino e capace con i suoi centimetri e il suo dinamismo sia di giocare da unico lungo che da “4”. A fare coppia con lui sotto canestro c’è l’asso nella manica sfoderato dal GM Atripaldi in estate, ovvero l’ala Deontae Hawkins, miglior realizzatore dei suoi e pericolo numero uno per la retroguardia piacentina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Altra sfida cruciale per l'Assigeco: al Campus riflettori puntati su Biella

SportPiacenza è in caricamento