Lunedì, 15 Luglio 2024
Basket

L'Assigeco inizia la fase a orologio con Vigevano: serve una svolta

Piacentini reduci da sei sconfitte consecutive: domenica alle 18 inizia la seconda parte del campionato. Salieri: «La lotta sotto canestro sarà sicuramente una delle chiavi della partita»

La regular season non si è conclusa nel migliore dei modi per l’Assigeco Piacenza, ma nonostante la striscia di sei sconfitte consecutive i biancorossoblu sono comunque riusciti a chiudere la prima fase del campionato al sesto posto in classifica con un record di 9 vittorie e 13 sconfitte. A partire da questo fine settimana ha inizio la fase a orologio: ogni squadra affronterà dieci partite contro le squadre dell’altro girone, sfidando in casa le cinque formazioni alle spalle in classifica (per l’Assigeco: Treviglio, Luiss Roma, Vigevano, Agrigento e Casale Monferrato) e in trasferta quelle sopra posizionate (Trapani, Cantù, Torino, Rieti e Juvi Cremona). Per la prima giornata i biancorossoblu ospiteranno al PalaBanca la Elachem Vigevano, con la palla a due fissata per domenica 11 febbraio alle 18. L’ultima trasferta a Orzinuovi è stata indigesta, ma per coach Stefano Salieri questo match deve rappresentare un punto di svolta:

“A Orzinuovi abbiamo fatto una partita sotto le aspettative a livello di intensità, di coesione e durezza mentale. Era una partita che andava affrontata con un atteggiamento diverso, contro una squadra che in casa ha messo in difficoltà chiunque e che ha avuto una giornata importante con i due americani grandi protagonisti”.

In settimana il presidente ha voluto esprimere parole di fiducia nei tuoi confronti. Il suo discorso può essere d’aiuto per affrontare la settimana con maggiore tranquillità e sicurezza?

“Con il presidente c’è un rapporto speciale di fiducia e di stima reciproca, e lo ringrazio per quello che ha fatto. Questo è uno stimolo ulteriore per fare bene e spero sia un motivo per tutta la squadra per avere tranquillità e recuperare quella fiducia in più che serve per superare questi momenti. Sicuramente il calendario non ha aiutato, ma non deve essere una scusa: dobbiamo difendere il sesto posto ma soprattutto il posizionamento in zona playoff. Adesso bisogna resettare tutto, compattarsi ulteriormente e aggrapparsi alle nostre peculiarità”.

In generale, che bilancio possiamo fare di questa regular season?

“Se guardo il risultato, il sesto posto in classifica è più che positivo. Adesso abbiamo nella testa la striscia di queste sconfitte: se guardiamo il bicchiere dall’altro lato penso potevamo avere almeno quattro punti in più che avrebbero dato un ulteriore slancio importante”.

Domenica iniziate il vostro cammino nella fase a orologio ospitando al PalaBanca Vigevano. Cosa ti aspetti dalla partita?

“Il match contro Vigevano deve rappresentare per noi un punto di svolta. Mi aspetto una partita molto sporca, dove dovremo trovare una continuità nelle prestazioni individuali dei giocatori più rappresentativi. Affronteremo una squadra compatta sull’aspetto del gruppo e dell’aggressività e che ha due ottimi americani. Si basano molto sul tiro da tre punti ma hanno anche tanta energia a rimbalzo: la lotta sotto canestro sarà sicuramente una delle chiavi della partita”.

Visto il momento non semplice che state attraversando, vuoi lanciare un messaggio ai tifosi biancorossoblu?

“Ai tifosi devo solo dire grazie per quello che hanno fatto a vedere a Orzinuovi: anche quando la partita era compromessa hanno continuato a incitare la squadra e a mostrare il loro affetto e il loro calore. Domenica avremo ancora bisogno di tutto questo”.

ELACHEM VIGEVANO

Tornata in Serie A2 dopo una grandissima cavalcata vincente nella passata stagione, l’Elachem Vigevano si trova al nono posto in classifica dopo le ventidue partite di regular season a pari punti con la Luiss Roma, ma con gli scontri diretti a favore. La formazione di coach Lorenzo Pansa è comunque stata in grado di offrire scalpi importanti, come la vittoria su Cantù tra le mura di casa, e può contare su un backcourt di tutto valore composto da Filippo Rossi, in gialloblu dalla seconda metà del 2018/2019, la guardia a stelle e strisce Ike Smith, appena nominato Mvp Straniero del mese di gennaio, e Michele Peroni. Completano il quintetto il prodotto del settore giovanile di Treviso Giacomo Leardini e il pivot americano Tyler Wideman, al primo anno in Italia dopo un biennio in Israele. Dalla panchina nel settore esterni escono il classe 2001 Gianmarco Bertetti, la guardia bolzanina Lorenzo D’Alessandro e il veterano Alessandro Amici, mentre nel settore lunghi sono pronti a dare il loro apporto Leonardo Battistini, quinto miglior rimbalzista del Girone Verde, e il lettone Kristofers Strautmanis.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Assigeco inizia la fase a orologio con Vigevano: serve una svolta
SportPiacenza è in caricamento