rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Basket

L'Assigeco in casa dell'Urania Milano dei grandi tiratori

Trasferta infrasettimanale per i piacentini che mercoledì 26 ottobre alle 20.30 affrontano una squadra con individualità importanti

Subito archiviata la vittoria casalinga con la Stella Azzurra Roma, l’Assigeco Piacenza è attesa da un altro incontro fondamentale sul parquet dell’Allianz Cloud, casa dell’Urania Milano, per il primo turno infrasettimanale della stagione in programma mercoledì sera alle 20.30. Trasferta milanese che storicamente sorride ai biancorossoblu di coach Salieri, in grado di espugnare il capoluogo lombardo entrambe le volte negli ultimi due anni: nel 2020/2021 finì 76-87, mentre nella passata stagione successo in volata per l’Assigeco, che si impose di tre lunghezze.

Sulla scia della vittoria di sabato, arrivata grazie a una buona prova dovuta ai cambi di intensità e una difesa solida contro un avversario difficile ed esperto, l’Assigeco cercherà di ripartire dagli ottimi segnali visti, come sottolinea il primo assistente biancorossoblu Humberto Manzo:

“Ogni vittoria in questa fase è importantissima per noi. I due punti conquistati contro la Stella Azzurra sono fondamentali alla luce delle assenze pesanti di Miaschi e Galmarini”.

Ancora una volta avete fornito una prestazione convincente tra le mura di casa, dove in regular season siete imbattuti dallo scorso febbraio, segnale che la squadra sta trovando la giusta spinta anche dal pubblico. Il PalaBanca può diventare il vostro vero e proprio fortino?

“Il pubblico per noi è un valore aggiunto. Speriamo di vedere sempre più persone al PalaBanca perché ogni partita è difficile e la loro spinta è fondamentale”.

Quattro gare di campionato sono poche per fare analisi approfondite ma una prima valutazione si può fare. Quali sono secondo te le prime certezze e sorprese del nostro girone?

“In realtà credo sia ancora prematuro considerando che il nostro girone osserva un turno di riposo e che alcune squadre hanno disputato solo tre partite. Senza alcun dubbio è un girone con un grande equilibrio”.

Mercoledì vi attende un’altra partita complicata come quella di Milano, formazione solida che arriva da due prove convincenti contro Trapani e Juvi Cremona. Che tipo di incontro ti aspetti?

“Con la partita di mercoledì iniziamo un trittico molto duro con due trasferte su campi difficili intervallati dal match casalingo con Cantù. L’Urania è una squadra solida e ricca di talento offensivo, in grado di espugnare l’ostico parquet di Trapani mandando tutto il quintetto in doppia cifra. Limitare la loro pericolosità dall’arco e reggere la maggiore fisicità del loro roster all’interno del pitturato con un grande lavoro difensivo saranno i nostri obiettivi per cercare di portare a casa i due punti”.

L’intero organico milanese ha dimostrato di saper essere letale dietro l’arco dei tre punti grazie a una schiera di tiratori micidiale, su tutti Amato, Montano e Potts, con quest’ultimo attuale miglior realizzatore del Girone Verde. Quali saranno le chiavi per contenere tutto il loro talento offensivo?

“Milano può contare su individualità importanti e su due americani esperti che conoscono molto bene questo campionato, aspetto non da poco conto. Potts è semplicemente uno degli stranieri più forti dell’intera Serie A2, mentre la sfida tra Amato e Sabatini sarà un altro punto di svolta del match”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Assigeco in casa dell'Urania Milano dei grandi tiratori

SportPiacenza è in caricamento