menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Andreazza, tecnico dell'Assigeco

Marco Andreazza, tecnico dell'Assigeco

L'Assigeco vuole chiudere la stagione con una prova maiuscola

Al PalaBanca sabato alle 20.30 arriva la capolista Treviso; Piacenza è già salva ma non ha intenzione di rendere la vita facile agli avversari. Andreazza: «Puntiamo a chiudere con una vittoria»

E’ un’ultima giornata di campionato che non ha valore per la classifica in casa Assigeco. La squadra di Andreazza ha già conquistato la salvezza aritmetica e non ha più alcuna possibilità di centrare i play off, così la sfida con Treviso (sabato alle 20.30 al PalaBanca) diventa una sorta di passerella in chiave regular season. Non lo sarà invece per gli ospiti, in corsa per il primo posto e al momento in testa alla classifica appaiati a Virtus e Trieste. Ma nonostante tutto Piacenza non ha alcuna intenzione di stendere il tappeto rosso di fronte agli avversari; sono state troppe le avversità affrontate durante l’annata per non sfruttare l’ultima ghiotta occasione utile per mostrare tutto il proprio valore.

«Ci apprestiamo ad affrontare Treviso - spiega Marco Andreazza, tecnico dell’Assigeco - in un'ultima giornata di campionato che per loro conta per la classifica e per noi conta per l'orgoglio di provare a battere non solo la capolista ma anche una delle favorite al salto di categoria. Cercheremo di mettere in campo tutte le energie fisiche e nervose che ci rimangono perché vogliamo onorare al meglio la partita e finire il campionato con una vittoria».

L’obiettivo è proseguire sulla strada intrapresa nelle scorse settimane.

«La mia squadra nelle ultime partite contro avversarie in lotta per obiettivi importanti non ha mai mollato e mi aspetto lo stesso atteggiamento anche sabato, pur sapendo che per battere squadre forti come Treviso bisogna metterci quel qualcosa in più della semplice tecnica o della preparazione tattica della gara. Ecco, mi aspetto proprio un impatto emotivo importante per far capire alla capolista che non sarà una passeggiata e troverà avversari degni, pronti a battersi fino all'ultimo secondo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento