Questo sito contribuisce all'audience di

Assigeco - Andreazza: «Noi motivati, ma gli infortunati ci stanno condizionando»

Il tecnico dopo la sconfitta di Roseto: «Biruta è presente solo al 50% per un problema fisico e Persico è fermo per un problema fisico, mi rendo conto che la sfortuna non ci sta abbandonando fino alla fine»

«Inizio facendo i doverosi complimenti ai nostri avversari e a coach Di Paolatonio - ha detto Andreazza al termine della gara - che con me è l’allenatore giovane ed esordiente del girone non solo per il risultato di questa sera ma per tutto quello che han fatto nel corso di questa stagione, meritando ampiamente un posto tra le prime otto, che darà loro diritto di giocare dei play off, con discreta speranza di togliersi qualche soddisfazione». Il coach dell’Assigeco, sconfitta a Roseto sabato scorso, prosegue: «Detto questo, noi non abbiamo mai mollato: siamo venuti a Roseto con molte motivazioni personali e di squadra, non per cambiare la classifica ma per orgoglio personale di un gruppo che, come ben sapete e non continuo a ripetere, ha avuto tantissime difficoltà, con vicessitudini sfavorevoli importanti che stanno perdurando tutt’ora; se penso che anche stasera Biruta, che ha sostituito Bobby Jones, è presente solo al 50% per un problema fisico, o Persico che potrebbe garantire dei minuti di energia e qualità dando il cambio ad Infante che è anch’egli fermo per un problema fisico, mi rendo conto che la sfortuna non ci sta abbandonando fino alla fine».
«Infante è stato eroico anche questa sera: non posso dire nulla né del mio capitano né dei miei ragazzi, che ci han messo la faccia, l’energia e anche la qualità che avevano. Questo non è bastato perché di fronte avevamo una Roseto tonica che voleva a tutti i costi portarsi a casa la vittoria. Tatticamente e tecnicamente la partita è stata esattamente come me l’aspettavo, con Smith che ha fatto canestri difficili, da fuori classe qual è, con un’alternanza nostra di energia difensiva più e meno elevata, e quando l’abbiamo elevata, comunque l’abbiamo sempre rintuzzato il margine che ci vedeva sotto. Alla fine sono mancate solo le ultime energie e quella lucidità che poteva permetterci qualche cambio in più, potendo ruotare tutti e nove i giocatori che avevamo a disposizione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • La Pedrini durissima contro Piacenza: «Si sciacquino la bocca prima di parlare di Callipo»

  • Si va verso la prosecuzione dell'attività anche per la Seconda categoria. Per la Terza si deciderà a breve

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento