menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Andreazza, alla guida della prima squadra dell'Assigeco dall'inizio di questa stagione

Andreazza, alla guida della prima squadra dell'Assigeco dall'inizio di questa stagione

Assigeco, la corazzata Trieste cliente scomodo per uscire dalla crisi

Piacenza affronta la seconda forza del campionato. Andreazza: «E' una sorte di Davide contro Golia, serviranno cuore e orgoglio»

Ostacolo più difficile in questo momento non poteva esserci per l’Assigeco, reduce da sei sconfitte consecutive e in una profonda crisi che ha portato la società anche a prendere provvedimenti in settimana per il comportamento, stando a quanto recita un comunicato ufficiale, “di membri dello staff e della squadra non adeguati alla situazione e non accettabili”. Al PalaBanca domenica 12 marzo (si inizia alle 18) arriva l’Alma Trieste, seconda in classifica insieme a Treviso e a due sole lunghezze dalla capolista Virtus Bologna. La classifica di Piacenza invece è sempre più preoccupante e adesso la formazione di Andreazza ha solamente due lunghezze di vantaggio rispetto a Chieti e Ferrara e quattro su Imola, terz’ultima in graduatoria.

«Trieste - spiega il tecnico dell’Assigeco - è un’avversaria fortissima: società e piazza sono pronte a vincere il campionato, siamo attesi dalla classica sfida della serie “Davide contro Golia”».

Poi il tecnico invita tutti a parlare meno e a concentrarsi sui fatti, dimostrando sul terreno di gioco che Piacenza non merita questa classifica.

«Abbiamo parlato molto in queste settimane, forse troppo, ed ora la parola spetta al campo. Posso solo dire che Trieste troverà una Assigeco compatta, unita e determinata e non la vittima sacrificale che perde da sei giornate di fila».

La ricetta non si discosta molto da quanto richiesto nelle ultime settimane: «Dobbiamo alzare il livello di concentrazione per tutti e quaranta i minuti, giocare più duri di loro, far circolare la palla coinvolgendo ogni protagonista. Saranno queste le chiavi tecniche per arrivare alla vittoria, ma adesso sono il cuore e l'orgoglio dei miei giocatori le armi che potranno fare la differenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento