rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Basket

C'è la capolista Forlì fra l'Assigeco e il quinto successo consecutivo in campionato

La squadra di Salieri è in un ottimo momento di forma ma sabato alle 20.30 si trova di fronte un ostacolo complicato da superare

Il successo casalingo contro Nardò a pochi giorni da Natale è stato un regalo particolarmente gradito in casa Assigeco. La prestazione è stata importante anche in considerazione del divario che ora separa i biancorossoblu dalla formazione di coach Di Carlo, che segue in classifica a quattro punti di distanza. L’energia e l’intensità messa in campo dall’Assigeco sarà necessaria anche nel prossimo incontro di campionato, che avrà luogo all’Unieuro Arena di Forlì sabato 30 dicembre alle 20.30. Alle porte c'è una serie di partite dall’alto coefficiente di difficolta; coach Salieri si dice soddisfatto del livello di forma attuale dei suoi, e ne attribuisce il merito a uno sforzo collettivo di tutto l’ambiente Assigeco:

“Questo sesto posto è frutto dell’impegno e della dedizione dei ragazzi, oltre che dell’attenzione della società e dell’ottimo lavoro di tutto lo staff. Come sappiamo il girone è molto difficile e il mercato ha cambiato gli equilibri per qualche società, quindi i nostri risultati attuali sono ancora più importanti considerando il livello del campionato. Ad oggi, però, non abbiamo ancora fatto niente. Dobbiamo continuare così anche se abbiamo messo tanto fieno in cascina, sappiamo che l’obiettivo playoff è concreto”.

Sabato scorso abbiamo visto una grande Assigeco. Come commenti l’ultima prestazione dei tuoi ragazzi?

“Contro Nardò abbiamo giocato una partita solida caratterizzata da tanta energia e aggressività, secondo me è stata una buonissima prestazione soprattutto in difesa. Il risultato è stato importante anche perché abbiamo ribaltato la differenza canestri, i ragazzi sono stati bravi a tenere sempre gli occhi sull’obiettivo e avere aumentato il divario sulla nona ci dà ulteriore autostima in ottica playoffs”.

L’ovazione del PalaBanca all’uscita per falli di Filoni fotografa bene il momento della squadra. Quanto ha influito il pubblico sulla vostra prestazione?

“Il pubblico ci è stato sempre molto vicino e per questo ringraziamo tutti i tifosi, poi i ragazzi in campo ci hanno messo tantissimo del loro. Filoni e Bonacini in particolare hanno dato quell’energia in più che ci serviva e hanno coinvolto tutti con il loro attegiamento, poi non dimentichiamoci del primo tempo di Veronesi e di Skeens. Tutti quanti hanno dato un contributo tangibile e si sono espressi su livelli eccellenti, e questo ha messo in mostra molto bene la nostra identità”.

La squadra ha collezionato quattro vittorie consecutive. Quanto siamo vicini a vedere l’Assigeco al top della forma?

“Adesso siamo in un buon momento di forma, per arrivare al top dipenderà sempre anche dai malanni e dai piccoli guai fisici settimanali. Nelle ultime partite ci siamo presentati nella nostra veste migliore anche se qualcuno dei ragazzi è sceso in campo nonostante gli acciacchi, noi non siamo soliti mettere in piazza i nostri problemi e cerchiamo di risolverli tra di noi. In campo vanno sempre i giocatori che possono fare bene, ma ad oggi sono molto soddisfatto della nostra crescita di condizione”.

Sabato tenterete il colpaccio a Forlì. Cosa servirà per strappare i due punti a una delle formazioni più forti del girone?

“A Forlì andiamo in casa della capolista, per cui dovremo fare una partita di grande attenzione e concentrazione. Finora hanno perso solo tre partite, è una squadra che fa dell’esperienza il punto di forza, giocano per automatismi e ognuno sa sempre quello che deve fare in campo. Loro sono molto forti e servirà una partita quasi perfetta, noi dobbiamo sempre partire dalla nostra identità e affrontarli con faccia tosta e voglia di fare, ma serviranno anche mente libera e un pizzico di follia”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è la capolista Forlì fra l'Assigeco e il quinto successo consecutivo in campionato

SportPiacenza è in caricamento