rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Basket

Con Carr nel motore l'Assigeco vuole giocare uno scherzetto a Pistoia

La società ha tesserato il giocatore statunitense che ora è a disposizione di Salieri. Obiettivo: proseguire la serie positiva anche in Toscana

Con tre vittorie alle spalle l’Assigeco viaggia verso il PalaCarrara, dove domenica alle 18 affronterà i padroni di casa di Pistoia, formazione appaiata in classifica alla squadra di Stefano Salieri, attualmente a quota 6 punti. I biancorossoblù avranno a disposizione un’arma in più, visto che in settimana la società ha provveduto al tesseramento di Phillip Carr: il giocatore statunitense aveva iniziato la preparazione al Campus, per poi passare in secondo piano dopo una fase di Supercoppa ritenuta non al top. Ora invece i dirigenti hanno deciso di mettere l'ala a disposizione di Salieri che dunque potrà eventualmente schierarlo già dalla gara di domenica,

«Ci troviamo in un altro palazzetto storico e caldo – spiega il viceallenatore Gabriele Grazzini – una difficoltà in più per una squadra, la nostra, che è ancora in rodaggio per i continui acciacchi. Pistoia schiera punti di riferimento diversi rispetto alle avversarie precedenti e sarà davvero stimolante affrontarla, anche per la bravura di coach Brienza. Abbiamo entusiasmo perché i ragazzi sono consapevoli di aver conquistato tre vittorie difficili, meritate, conseguenza della dedizione che tutti applichiamo. Cavalcheremo questo stato d’animo, affrontando una nuova partita con umiltà e fiducia. Personalmente provo molta emozione: sono nato e cresciuto a Montecatini; quindi, per certi versi sarà un po’ rivivere i vecchi derby. Le tante amicizie e la stima reciproca maturata nel tempo con il basket pistoiese renderanno la sfida molto particolare: in tutti questi anni ho frequentato spesso il “PalaCarrara” per partite o allenamenti, ed è stato proprio qui che, fra gli altri, notai un Querci sedicenne e già pronto “a tentare il salto”».

Proprio il giocatore toscano vivrà una giornata ricca di emozioni. «Affrontare Pistoia sarà particolare, perché per diverse stagioni è stata casa mia. Ci aspetta una partita impegnativa che si prospetta di alto livello fisico, viste le caratteristiche degli avversari: servirà grande intensità e, soprattutto, la capacità di gestire i ritmi di gioco oltre alla determinazione nel cercare di limitare i punti di forza di Pistoia. Saccaggi è un sicuro riferimento così come Wheatle; dovremo stare anche attenti a Della Rosa e Magro, ottimo centro. Dalla panchina escono ragazzi come Riismaa e Del Chiaro in grado di dare un buon contributo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con Carr nel motore l'Assigeco vuole giocare uno scherzetto a Pistoia

SportPiacenza è in caricamento