Questo sito contribuisce all'audience di

Assigeco, scontro diretto al PalaBanca con Ferrara

I piacentini anticipano a sabato sera, con inizio alle 20.30. La Bondi è appaiata in classifica alla formazione di Andreazza

Francesco De Nicolao, playmaker dell'Assigeco

Uno scontro diretto, una gara da sfruttare per chiudere il prima possibile il discorso salvezza. L’Assigeco anticipa il proprio turno di campionato affrontando sabato 25 al PalaBanca (si inizia alle 20.30) la Bondi Ferrara, formazione appaiata ai piacentini in classifica. A dire la verità a quota 22 la graduatoria è parecchio affollata, visto che oltre alle formazioni impegnate nel confronto diretto ci sono anche Jesi e Udine.

In settimana l’Assigeco ha ampliato la rosa dopo l’addio di Bobby Jones, mettendo a disposizione di Marco Andreazza il lituano Gilvydas Biruta. Ma al di là dei singoli, comunque sempre molto importanti, fondamentale sarà l’atteggiamento e il rendimento di tutto il gruppo. Quando Piacenza ha ottenuto risultati al di sopra delle attese lo ha sempre fatto puntando sulla squadra al completo, ottenendo risposte positive sia da chi partiva nel quintetto sia da chi iniziava la gara in panchina.

Lo sprint per la fase finale della stagione è lanciato, l’Assigeco non può gettare al vento tutto quanto di buono mostrato fino a quando non ha dovuto fare i conti con assenze e infortuni. Serve, da parte di tutti, un ultimo guizzo e Piacenza vuole mostrarlo iniziando dal confronto con Ferrara.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - I risultati della domenica. Giornataccia per le piacentine: solo un pari per Nibbiano e Castellana

  • Piacenza-Arzignano: 0-0, biancorossi fantasmi e piovono fischi

  • Piacenza-Triestina: 1-2, gli alabardati sbancano il Garilli con la doppietta di Maracchi

  • Mister Mazza sfonda quota 1000: «Zeman, Sacchi e quando giocai con cinque punte»

  • Pergreffi: «Diamo tutto per questa maglia». Franzini: «E' un momento difficile ma non siamo in crisi»

  • Piacenza - Matteassi: «Tutti abbiamo delle colpe, l'errore è stato creare aspettative troppe alte»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento