menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Andreazza, tecnico dell'Assigeco, a Mantova

Marco Andreazza, tecnico dell'Assigeco, a Mantova

Andreazza: «Orgoglioso dei miei ragazzi, ma ogni settimana è sempre più difficile lavorare»

Il tecnico dell'Assigeco analizza la sconfitta con Mantova e anticipa novità di mercato in arrivo nelle prossime ore

Non basta una Assigeco bella solo a metà per dare continuità al successo casalingo di domenica scorsa contro Treviso. Marco Andreazza ne è consapevole quando analizza la sconfitta a domicilio degli Stings.

«Mantova ha vinto meritatamente - spiega il tecnico di Piacenza - ma noi eravamo ancora una volta decimati: finché abbiamo avuto l’energia fisica e mentale per contrapporci agli avversari l’abbiamo fatto, poi siamo calati. Comunque sono orgoglioso della prestazione dei miei ragazzi, perché 80 punti segnati al PalaBam non sono facili da realizzare, noi ci siamo riusciti con la tattica e qualche bella giocata in attacco, anche senza il nostro migliore marcatore».

Hasbrouck in effetti ha faticato parecchio a trovare la via del canestro: «Ci aspettavamo una staffetta su di lui, con due giocatori che stimo tantissimo e reputo tra i difensori migliori della categoria: Giachetti e Vencato. Noi abbiamo ritrovato, dal canto nostro l’ottima verve di Formenti, che sarà un giocatore fondamentale da qui alla fine del campionato, e la rinnovata buona prestazione di Raspino, che sta disputando un torneo di grandissimo spessore».

Purtroppo una volta finite le energie anche la concentrazione è venuta meno. «Peccato solo che nel terzo quarto, quando Mantova stava facendo un po’ di fatica, abbiamo sbagliato 4 o 5 posizioni aperte e abbiamo smesso di crederci. A cinque giornate dalla fine non ci sono più partite tra la prima in classifica e l’ultima: tutti si giocano qualcosa e non è un luogo comune dire che ci attendono cinque finali».

Intanto dalle prossime ore dovrebbero arrivare novità in tema di mercato.

«Probabilmente già martedì inseriremo un nuovo giocatore che ci potrà dare verve, fisicità ed esperienza vicino al canestro; per noi in questo momento non è facile rimpiazzare Bobby Jones. Se le qualità morali dei miei ragazzi saranno ancora queste per le prossime sfide e riusciremo ad inserire nel più breve tempo possibile il nuovo arrivato penso che potremo chiudere con una salvezza tanto meritata quanto attesa, perché ogni settimana è sempre più difficile lavorare, dovendo fare i conti con tante novità negative».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento