Questo sito contribuisce all'audience di

Bausano: «Vogliamo una Assigeco più cinica e più solida». VIDEO

Il general manager parla di mercato e degli obiettivi futuri. «E' stata un'estate più semplice di quella scorsa, grazie all'ottima sintonia creata con il tecnico Ceccarelli»

Andrea Bausano (f. Paola Ponti-Assigeco)

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Andrea Bausano deve fare da mediatore. Da una parte la prudenza tipica dei tecnici: «Non abbiamo obiettivi di classifica», dall’altra l’esuberanza dei dirigenti: «Vogliamo fare meglio dell’anno scorso». Lui sta in mezzo, parla ma non può sbilanciarsi più di tanto, però ha anche il compito di portare entusiasmo in una Assigeco che in estate ha lavorato molto bene. Dire in agosto dove potrà arrivare la squadra in una A2 sempre ipercompetitiva è complicato, però quest’anno la formazione del presidente Curioni parte da qualche certezza in più, iniziando dal tecnico Gabriele Ceccarelli, alla sua seconda stagione alla guida dei biancorossoblù, per arrivare a una campagna acquisti programmata con calma e condotta in relativa tranquillità.

Al raduno avete detto tutti: vogliamo salire un gradino rispetto all’anno scorso. Fare un passo in avanti significa una cosa sola in termini di classifica.

«Intendi dire play off? Potrebbe essere vero, oppure – spiega il general manager dell’Assigeco – semplicemente puntare a qualche punto in più o magari, come ha spiegato Ceccarelli, a qualche vittoria in più rispetto all’ultima stagione. Pensiamo sia doveroso provare a crescere per rispettare il rinnovato impegno del presidente: proveremo a ottenere un risultato migliore della scorsa annata».

Nel 2018 sei riuscito a costruire una squadra in mezzo a mille difficoltà estive. Nei mesi scorsi invece è stato tutto più semplice e infatti il roster sulla carta è ancora più competitivo.

«Vero, e questo grazie alla conoscenza reciproca con Ceccarelli. Avevamo le idee molto chiare sui giocatori da prendere; siamo stati fortunati e parzialmente bravi nel raggiungere tutti i nostri obiettivi. Per questo siamo più sereni nell’affrontare la nuova avventura perché abbiamo sviluppato scelte nella fase iniziale del mercato, siamo andati decisi su alcuni nomi e li abbiamo acquistati».

Che tipo di squadra avete creato?

«Una formazione che deve provare a essere più cinica. Per questo ci siamo affidati a Ferguson, un giocatore che conosce molto bene la categoria, poi Santiangeli che nonostante abbia solo 28 anni ha tanti campionati alle spalle e arriva dalla promozione con Roma. Ripartiamo dalla solidità di Ogide e dall’esperienza di Ihedioha, vorremmo essere un po’ più solidi rispetto all’anno scorso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fano-Piacenza 2-4: i biancorossi ritrovano il successo in trasferta

  • Piacenza - Matteassi: «Bene così, dobbiamo incassare punti». Pagelle: Paponi fa 10, ok Corradi e Sylla

  • Rocambolesco pari tra Mantova e Fiorenzuola, il big match termina 3-3

  • LIVE Gas Sales-Monza 3-2. Fei supera Zlatanov, è il bomber più prolifico di sempre

  • Dilettanti - Recuperi in Promozione e Prima Categoria: tutti i risultati

  • Serie C - Il Piacenza corre qualche rischio ma alla fine liquida il Fano con quattro gol

Torna su
SportPiacenza è in caricamento