rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Baseball

Baseball - Il Piacenza si ferma a Milano, è battuto due volte dall'Ares

A Milano accade quello che non t'aspetti. La trasferta che sembrava riservare interessanti opportunità di riscatto, finisce per rivelarsi un incubo per un Piacenza sempre più ridimensionato da risultati altalenanti. Stavolta a trarne vantaggio (7-1 e 5-4 i punteggi delle due partite) è stato un Ares che non ha avuto bisogno di strafare per portare a casa un risultato assolutamente insperato alla vigilia.

GARA1

PIACENZA         1-0-0-0-0-0-0-0-0     1                                                                                                                                                                                                     

ARES                 4-1-0-1-0-0-0-1-X     7

Formazione: Minoia ec, Chacon ss, Schiavoni ed/es, Cufrè dh/3b, Gibson es (Loardi ed), Perez 2b (Naccarella, Molina), Calderon 1b, Gardenghi ric (Casana ph), Baraldo 3b (Marelli lan/2b). Lanciatori: Loardi (rl4 bv4 bb2 k4 pgl2), Marelli (rl3 bv2 bb3 k2 pgl0), Naccarella (rl0.1 bv1 bb3 k0 pgl1), Molina (rl0.2 bv0 bb0 k0 pgl0).

Quando una squadra segna un punto al primo attacco e nei successivi otto resta miseramente all'asciutto la conseguenza non può che essere una sconfitta. Se poi si aggiungono anche deprecabili errori in difesa ecco che l'opera, in negativo ovviamente, è completata. E' quel che è successo al Piacenza nella partita mattutina, aperta col botto ma proseguita nel grigiore. L'1-0 lo progetta Schiavoni con un doppio e lo produce Cufrè con un singolo. Batte singolo anche Loardi ma solo per accrescere il rammarico per due ulteriori punti lasciati in base sulla linea di Perez. Tutto qui, perchè fino alla fine le mazze biancorosse canteranno solo altre quattro volte, in maniera sporadica, persino casuale. E siccome nel frattempo l'Ares risponde con 4 punti, due dei quali figli di errori della nostra difesa, le cose ben presto vanno in salita. Pur battendo l'identico numero di valide, l'Ares viaggia sicuro senza troppe resistenze e, con qualche altro punto qua e là conduce in porto un successo facile quanto insperato.

GARA2

PIACENZA     0-0-0-3-0-0-1-0-0      4                                                                                                                                                                                                       

ARES             0-2-2-0-0-0-1-0-X      5

Formazione: Chacon ss, Marelli 2b, Loardi ed, Schiavoni 3b, Cufrè dh/lan, Calderon 1b, Minoia ec (Molina ph), Carsana es (Perez ph, Casana pr), Baraldo roc (Gardenghi). Lanciatori: Dall'Agnese (rl7 bv7 bb2 k3 pgl4), Cufrè (rl1 bv1 bb1 k0 pgl0).

L'attesa riscossa biancorossa tarda a manifestarsi e, quando arriva al 4° inning del pomeriggio, tanto per cambiare l'Ares è già in vantaggio 4-0 con i punti siglati al 2° e 3° con 5 delle sue 8 valide. Piacenza da un senso alla sua presenza in campo, accorciando 4-3 con i doppi di Marelli e Cufrè ma senza sfruttare tre basi gratuite che arrivano e fanno chiudere l'assalto lasciando basi cariche. Nella seconda metà del match il line-up piacentino ritorna a latitare ed ha un unico, sempre sporadico, sussulto al 7° con il fuoricampo da un punto di Chacon che frutta il 4-4. Ma le giornate storte spesso e volentieri non si raddrizzano e così nella parte bassa del 7° l'Ares ritorna in vantaggio 5-4 e nel finale due doppi giochi tarperanno le ultime velleità degli uomini di Marenghi. Nonostante sia solo all'inizio, la stagione si fa complicata per un Piacenza partito con tante belle speranze ma nella realtà costretto ad inseguire.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baseball - Il Piacenza si ferma a Milano, è battuto due volte dall'Ares

SportPiacenza è in caricamento