menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baseball B - Matteo Capra e Paolo Cetti tornano al Piacenza

Il salto di categoria sta portando i dirigenti biancorossi a rinforzare la squadra

Il salto di categoria ha messo i dirigenti dell'Euroacque Baseball di fronte alla necessità di rinforzare la rosa adeguandola alle esigenze dettate da un campionato come quello di B. Così il mercato biancorosso comincia a muoversi con l'annuncio di due importanti quanto graditi rientri, quelli di Matteo Capra e Paolo Cetti che ritornano a casa dopo tre stagioni giocate altrove per non perdere la categoria dopo la volontaria rinuncia alla serie A da parte di Piacenza, loro società di appartenenza fin dalle giovanili.

Per Cetti, 28 anni, ruoli esterno e ricevitore, anche la soddisfazione di aver vestito nel 2015 la prestigiosa casacca del Parma nella massima serie con 17 presenze. Poi, nel 2016 e 2017,due campionati in A Federale a Collecchio ( in totale 35 presenze) con la Coppa Italia di categoria conquistata l'anno scorso.

Matteo Capra, 28 anni prima base, gli ultimi tre anni li ha trascorsi a Codogno tutti in serie B (65 presenze), culminati nel 2017 con la promozione in A2. 

Entrambi sono prodotti del vivaio del Piacenza avendo mosso i primi passi in Little League sul diamante Montesissa. Tutta la trafila fino alla squadra maggiore biancorossa in A Federale ed IBL2. Entrambi occupano posizioni di riguardo nell'albo d'oro delle presenze biancorosse: per la precisione 169 Cetti e 122 Capra. Tutti e due facevano parte del Piacenza protagonista di due finali dell'Italian Baseball League 2, nel 2012 e 2013, la seconda contrassegnata dallo storico Scudetto conquistato a spese del Novara.

Due veri e propri acquisti, anche se si tratta di due rientri, che certamente non mancheranno di fornire un tangibile supporto alla squadra sia in termini di tecnica che di esperienza.

Ma il mercato dell'Euroacque è tutt'altro che chiuso in quanto sono ormai ai dettagli finali le trattative per assicurarsi almeno un paio di atleti stranieri in possesso di passaporto comunitario, il cui utilizzo è stato liberalizzato dalle recenti normative federali. Particolare attenzione viene riservata al bacino centro-americano il quale da sempre offre interessanti prospetti di passaporto spagnolo e olandese desiderosi di fare esperienza nei più importanti campionati europei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento