Questo sito contribuisce all'audience di

«Pista di atletica in pessime condizioni, dal Comune scarsa attenzione»

La “Fiorenzuola Atletica” ha avviato una raccolta di firme per chiedere al Comune la partecipazione al bando “Sport e Periferie 2020” per il rifacimento dell'impianto

«Scarsa attenzione dell’Amministrazione comunale di Fiorenzuola nei confronti della pratica dell’atletica leggera». Secondo la società sportiva che negli ultimi anni «ha incrementato i suoi scritti e raccolto buoni risultati agonistici a livello regionale e nazionale» sussiste un «differente trattamento rispetto alle altre associazioni presenti a Fiorenzuola, non avendo una sede in locali comunale e non gestendo nessun tipo di impianto, dovendosi sempre adeguare alle direttive di terzi».

Nelle scorse settimane la “Fiorenzuola Atletica” ha avviato una raccolta di firme per chiedere al Comune «più attenzione» e la partecipazione dell’Ente al bando “Sport e Periferie 2020”. Lo stesso al quale l’Amministrazione partecipò nel 2018, senza risultare tra i vincitori, con un progetto di rifacimento della tribuna del campo sportivo 2 (quello di fianco al cimitero) e della pista di atletica. «Attualmente – spiegano dalla società - vi è la possibilità di partecipare al nuovo bando col quale si può ottenere un finanziamento fino a 700mila euro per gli impianti sportivi. Per la partecipazione si tratta di sfruttare i progetti già eseguiti e sistemarli o migliorarli anche sulla base delle valutazioni già ottenute in occasione del precedente bando».

Per questo motivo la “Fiorenzuola Atletica” si è interfacciata con assessori e uffici del Comune di Fiorenzuola: «Da luglio, dopo l’ultimo incontro con l’Amministrazione e la società calcistica che gestisce il campo, non siamo più riusciti ad avere un colloquio o un briefing per organizzarci concretamente, definire strategie utili al raggiungimento di un progetto definitivo o esecutivo da presentare al bando Sport e Periferie 2020 – spiegano dalla società. La percezione che abbiamo circa la volontà da parte dell'Amministrazione del sindaco Romeo Gandolfi di partecipare attivamente e con spirito proiettato al successo al bando è attualmente scarso, dando l'impressione che si voglia partecipare più o meno come si è partecipato al precedente, col medesimo progetto, forse in parte revisionato, che non riuscì ad ottenere il finanziamento».

«PESSIME CONDIZIONI DELL’IMPIANTO» - La società fatica a soddisfare le diverse crescenti esigenze degli iscritti «a causa delle pessime condizioni delle dotazioni impiantistiche» presenti a Fiorenzuola. «La pista di atletica su cui ora si allenano ragazze e ragazzi dalla sua costruzione negli anni '70 non ha mai più avuto rifacimenti o ristrutturazioni – spiegano sempre dalla società. Questa situazione è ben chiara anche all'Amministrazione comunale attuale che è stata da noi richiamata a valutarne personalmente la situazione appena iniziato il mandato».

«RICORRERE A FINANZIAMENTI PUBBLICI, NON ALLE CASSE COMUNALI» - «Ci viene assicurato dal Comune - proseguono i dirigenti della “Fiorenzuola Atletica” - che la pista sarà comunque rifatta tramite un progetto di project financing con società gestrice dell'impianto. Essendo pur contenti per questa manifestazione di attenzione all'atletica fiorenzuolana, siamo da sempre per un utilizzo delle finanze comunali per interventi utili e non tampone al fine di un effettivo risparmio economico per la collettività. Seguendo questo principio, non capiamo, come si possa preferire un progetto che prevede un esborso futuro da parte della comunità rispetto la possibilità di avere un finanziamento gratuito. In caso di vittoria del bando la somma a disposizione coprirebbe interamente il costo di rifacimento della pista di atletica».

Così la società si è attivata contattando ditte costruttrici e privati professionisti del settore, i quali hanno garantito la possibilità di stilare un progetto definitivo o esecutivo per la pista di atletica entro la scadenza del bando, prevista per il 30 settembre. «Pensiamo che tutti gli sport – concludono - debbano avere uguali possibilità di svolgimento e pari dignità. Riteniamo che il non partecipare con l'adeguato volitivo impegno al bando “Sport e Periferie 2020” costituisca un'occasione persa di forte risparmio futuro per il Comune, rispetto ad una soluzione di project financing che lo impegnerebbe finanziariamente per lungo periodo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • Per gli Interprovinciali confermato il programma attuale, i Provinciali dovrebbero terminare la fase locale prima di Pasqua

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Giana Erminio-Piacenza: 2-0, terza sconfitta consecutiva per i biancorossi

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

Torna su
SportPiacenza è in caricamento