Atletica

Gli applausi di Buttò a Dallavalle. «Bravo Andrea. E in finale può migliorare»

Il tecnico elogia Andrea per la qualificazione olimpica. «Gli accordi erano di spingere da subito e lo ha fatto. Gli avversari sono forti, ma lui ha dimostrato di non soffrire a livello emotivo»

Ennio Buttò com Andrea Dallavalle

Ennio Buttò è soddisfatto. Scontato dirlo quando il tuo allievo si qualifica alla finale del Salto Triplo alle Olimpiadi. Andrea Dallavalle ha fatto tutto quello che aveva preparato a tavolino con il suo tecnico dell'Atletica Piacenza, riuscendo a trasformare la teoria in pratica e regalandosi la gioia più grande di una carriera che si preannuncia sempre più luminosa.

«Andrea è stato bravo - spiega Buttò - a ottenere la misura alla prima prova. Gli accordi erano di spingere da subito e lui lo ha fatto, anche se tecnicamente gli è mancata un po’ la parte finale della rincorsa e questo ha compromesso la velocità di uscita allo stacco garantendo un risultato ancora migliore».

Non si può nemmeno festeggiare eccessivamente perché fra quarantotto ore il piacentino si presenterà nuovamente all’Olympic Stadium nella gara per le medaglie. «La pedana è buona - prosegue Buttò - e giovedì dovrebbe senz’altro migliorare. I concorrenti sono forti, stiamo parlando dei migliori al mondo, ma Andrea ha dimostrato di non soffrire a livello emotivo».

Dopo le qualificazioni il tecnico si è sentito al telefono con il suo allievo. «Gli ho parlato e mi ha detto che le sensazioni erano buone, anche se l’alta umidità l’ha un po’ condizionato. Naturalmente era soddisfatto della qualificazione, come lo sono io. E’ alla prima partecipazione e ha già raggiunto la finale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli applausi di Buttò a Dallavalle. «Bravo Andrea. E in finale può migliorare»

SportPiacenza è in caricamento