Atletica

Uno stratosferico Scotti conquista un altro argento agli Europei di atletica. «Sono contentissimo»

Secondo posto per l'Italia nella 4x400 maschile con un'ultima frazione impressionante in 44.46

Tre gare, due medaglie. Meglio di così gli Europei di atletica di Edoardo Scotti non potevano andare. Dopo il secondo posto nella 4x400 mista Scotti ha replicato anche nella 4x400 maschile con un’ultima frazione stratosferica. Sotto gli occhi di Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica presente questa sera in forma privata dopo la visita ufficiale di ieri, gli azzurri (Luca Sito, Vladimir Aceti, Riccardo Meli e appunto Scotti) hanno chiuso in 3.00.81 alle spalle solamente del Belgio e davanti alla Germania. Scotti è stato impressionante, dopo aver ricevuto il testimone in seconda posizione ha respinto l’assalto della Gran Bretagna più o meno intorno ai duecento metri per poi reggere negli ultimi metri al tentativo della Germania. Buttandosi sul traguardo Scotti ha lasciato a un centesimo di distanza gli avversari, facendo registrare una frazione strepitosa chiusa in 44.46. Così gli azzurri della 4x400 tornano a conquistare una medaglia nella staffetta del miglio che mancava addirittura dal 1971, oltre cinquant’anni fa.

«Devo fare i complimenti al tedesco - ha scherzato Scotti a fine gara - perché è stato bravo. Ha sbagliato solo una cosa: a mettere la maglia dei tedeschi».

Poi tornando serio: «Sono contentissimo per il risultato; durante il riscaldamento abbiamo dovuto fare i conti con il problema a Sibilio e il suo sostituto Meli era piuttosto preoccupato. Me ne sono accorto e mi sono fatto carico di portare tranquillità, adesso tutti i nostri occhi sono pieni di gioia. E’ sempre bello correre con i compagni, qualunque siano, perché quando indossi la maglia azzurra non c’è storia che tenga».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uno stratosferico Scotti conquista un altro argento agli Europei di atletica. «Sono contentissimo»
SportPiacenza è in caricamento