rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Atletica

Atletica - Super Dallavalle, bronzo al Festival Olimpico Europeo

Centrare il podio alla primissima esperienza internazionale con la maglia azzurra dopo un lungo stop per un’operazione al ginocchio significa avere un temperamento da campione: il miracolo è riuscito ad Andrea Dallavalle, giovanissimo triplista...

Centrare il podio alla primissima esperienza internazionale con la maglia azzurra dopo un lungo stop per un’operazione al ginocchio significa avere un temperamento da campione: il miracolo è riuscito ad Andrea Dallavalle, giovanissimo triplista dell’Atletica Piacenza di talento a dir poco cristallino, a Tbilisi (Georgia) all’interno del Festival Olimpico della Gioventù Europea (EYOF), manifestazione per atleti categoria under 18.
La gara ha visto il giovane biancorosso, azzurrino per l’occasione, fronteggiare i più forti specialisti di categoria in Europa. Per Andrea, oltre che la prima gara internazionale, è anche la prima gara di triplo dopo mesi a causa di un lungo stop, necessario per recuperare da un infortunio al ginocchio che, oltre che essergli costato un’operazione e avergli negato la partecipazione ai campionati mondiali di categoria, rischiava di costringerlo a casa anche da questa bella manifestazione. Invece, sotto la sapiente guida dell’allenatore Ennio Buttò, Andrea fa registrare un recupero record, sia per rapidità che per efficienza: operato gli ultimi giorni di aprile, a giugno inoltrato, cimentandosi nel salto in alto, supera l’asticella posta a 2 metri, per provare alla Federazione la sua efficienza fisica in vista delle competizioni. E così, finalmente in pedana, stavolta di triplo, Andrea ha avuto la possibilità di mostrare quanto vale e non ha tradito le attese: pur con un po’ di emozione, domina le paure di sbagliare alla prima uscita in maglia azzurra prendendosi un bronzo straordinario per un atleta nelle sue condizioni, con un balzo di 14,74, dietro all’atleta francese Enzo Hodebar (oro) vincitore anche nel lungo e al rumeno Andrei Micu (argento).

Questo salto non è di per sé eccezionale, almeno non per il biancorosso, già due volte campione italiano e capace di 15,19, quanto piuttosto è incredibile il temperamento dell’atleta, che nonostante la pressione, la tensione emotiva e la poca abitudine alla pedana dopo mesi - elemento da non sottovalutare nel salto triplo, specialità estremamente tecnica - non si lascia sopraffare e tira fuori un ottimo salto che lo porta ad un bronzo che rappresenta un vero e proprio miracolo.

Andrea è un atleta piacentino tesserato per l’Atletica Piacenza, unica società di atletica leggera del territorio che da anni ormai porta i suoi atleti a competizioni internazionali, europee e mondiali e che nuovamente, come nessuno in provincia, potrà gloriarsi dei successi dei suoi eccezionali giovani. Non solo: il ragazzo è figlio e fratello d’arte, in quanto figlio di Maria Cristina Bobbi, azzurra e pluricampionessa italiana nel salto in lungo, e di Fabrizio Dallavalle, anch’egli ex atleta specialista nei 400, e fratello di Lorenzo, azzurro europeo e mondiale nonché pluricampione italiano di salto triplo e salto in lungo, e Chiara, mezzofondista del sodalizio biancorosso. In una famiglia così, il talento di Andrea non può che essere in ottime mani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atletica - Super Dallavalle, bronzo al Festival Olimpico Europeo

SportPiacenza è in caricamento