Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Atletica

E' arrivato il giorno di Andrea Dallavalle: alle 4 la finale del Salto Triplo alle Olimpiadi

Il piacentino si è qualificato con la settima misura. «Dovrò fare ancora meglio»: la pedana è ottima, l'obiettivo è esprimersi sui suoi livelli migliori

Dal nostro inviato a Tokyo

Il giorno che ogni atleta sogna per una vita intera è arrivato. Una mattinata, anzi qualcosa meno, per la gara più importante di un’intera carriera. Quella che molti, anche fra i bravissimi, nemmeno hanno mai vissuto. Andrea Dallavalle invece ci sarà. A soli 21 anni eccolo pronto per la finale olimpica del Salto Triplo, un’emozione che il ragazzo della Fiamme Gialle dell’Atletica Piacenza si è guadagnato con un crescendo di prestazioni fino al settimo posto ottenuto in scioltezza nella qualificazione. Allora eccolo fra i 12 migliori specialisti a livello planetario: giovedì 5 agosto alle 11 ora giapponese (le 4 in Italia) si presenterà in pedana per giocarsela fino all’ultimo salto. E sicuramente saranno in tanti pronti a seguirlo alzandosi in piena notte per non perdersi nemmeno un istante di una giornata già entrata nella storia. «Se è un sogno non svegliatemi» ha detto dopo aver centrato l’accesso in finale. Ma non c’è stata nemmeno la possibilità di festeggiare: giusto il tempo di leggere qualche messaggio e di ricevere le pacche sulle spalle degli altri azzurri al Villaggio Olimpico che è già ora di ricominciare tutto da capo. «Dovrò fare ancora meglio» ha spiegato. Può sicuramente riuscirci, perché rispetto alle qualificazioni si salterà a un orario un po’ più consono a una gara di questo livello e su una pedana che ha già dimostrato di essere ottima per prestazioni super, con il record del mondo della triplista Yulimar Rojas, capace di abbattere il primato vecchio di 26 anni.

Andrea si troverà di fronte avversari fortissimi, ma come ha detto il suo tecnico Ennio Buttò il giovane piacentino ha dimostrato di non soffrire a livello mentale. Dovrà certamente esprimersi ai suoi massimi livelli per farsi notare, ma se ci riuscisse non è da escludere che possa nuovamente entusiasmare i tanti che lo seguiranno da casa e gli azzurri che saranno sulle tribune a fare il tifo per lui.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' arrivato il giorno di Andrea Dallavalle: alle 4 la finale del Salto Triplo alle Olimpiadi

SportPiacenza è in caricamento