rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Atletica

Sei centimetri dividono uno splendido Dallavalle dal bronzo mondiale

Il piacentino nel Salto Triplo atterra a 17.25, il terzo posto va a Zhu con 17.31. Vince Pichardo in 17.95

Sei maledetti centimetri. Sono quelli che dividono Andrea Dallavalle da una medaglia mondiale. A Eugene, nella rassegna iridata, il piacentino atterra a 17.25 nella finale del Salto Triplo e sfiora il bronzo, che finisce nelle mani del cinese Zhu con 17.31. Oro a Pedro Pichardo con 17.95, argento al burkinabè Zango con 17.55.

Per Dallavalle dunque una grandissima prestazione che però purtroppo non basta per salire sul podio. Un pizzico di sfortuna che non cancella una grandissima prestazione, con l'allievo di Buttò confermatosi fra i migliori specialisti a livello mondiale.

“L’obiettivo era migliorare il piazzamento dei Giochi - le parole del piacentino - è stata una gara molto consistente, mi mangio soltanto un po’ le mani per il secondo salto: lo sentivo molto buono e invece mi sono sbilanciato”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei centimetri dividono uno splendido Dallavalle dal bronzo mondiale

SportPiacenza è in caricamento