Atletica

Andrea Dallavalle prova a saltare fino alle Olimpiadi di Parigi

Sabato il piacentino in gara nel Triplo agli Italiani alla ricerca del minimo per i Giochi. Impegnati ai Tricolori anche Scotti, De Masi (già certi di volare in Francia), Cesena, Cravedi e Favari

E’ un momento fondamentale per Andrea Dallavalle, punta di diamante dell’atletica piacentina. Il portacolori delle Fiamme Gialle sabato 29 dalle 19.50 si presenterà a La Spezia in pedana per gli Italiani assoluti di Salto Triplo. E’ accreditato della migliore prestazione, quel 16.90 fatto registrare recentemente agli Europei e che l’ha rilanciato al top continentale, ma oltre al titolo Andrea avrà anche un altro importantissimo obiettivo: ottenere il minimo per le Olimpiadi di Parigi, fissato a 17.22.

Il piacentino proverà ad atterrare lontanissimo, sia per garantirsi la convocazione diretta sia per dimostrare di essere in condizione per quella che sarebbe la sua seconda avventura ai Giochi dopo l’esperienza di Tokyo. A livello teorico, se non dovesse saltare oltre i 17.22 Dallavalle avrebbe comunque l’opportunità di vestirsi d’azzurro a Parigi sfruttando la posizione nel ranking internazionale. Attualmente si trova alla numero 31 con 32 posti disponibili, dunque anche se sabato non dovesse ottenere il limite ma rimanesse fra i migliori al momento del termine ultimo fissato per domenica 30 giugno sarebbe comunque fra i convocati.

Tutti gli occhi sul triplista, ma in Liguria scenderanno in pista anche altri piacentini, a iniziare da Edoardo Scotti, già certo della partecipazione olimpica che sabato alle 18.30 disputerà le batterie dei suoi 400 per poi bissare domenica con la finale prevista alle 20.20. Anche in questo caso Scotti è accreditato del miglior crono, 45.46, davanti al compagno di staffetta Vladimir Aceti con 45.89.

Ai Tricolori ci saranno anche tre portacolori dell’Atletica Piacenza. Nei 400 ostacoli di sabato alle 17.25 (eventuale finale domenica alle 19.25) riflettori su Lorenzo Cesena, iscritto con la decima prestazione ma che se dovesse correre in tempi vicino al personale potrebbe già entrare fra i migliori cinque. La velocità vedrà ai blocchi Rebecca Cravedi nei 200 e il ventenne Mattia Favari nei 100, entrambi con l’obiettivo di avvicinare o magari migliorare i rispettivi personali. Grande attenzione anche per le prove di Arianna De Masi (tesserata per l'Atletica Meneghina), pure lei già certa di volare a Parigi, che può puntare al podio sia nei 100 metri, dove entra con il secondo tempo assoluto in 11.26 alle spalle della primatista italiana Zaynab Dosso, sia nei 200, dove è accreditata della sesta prestazione in 23.36.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andrea Dallavalle prova a saltare fino alle Olimpiadi di Parigi
SportPiacenza è in caricamento