Questo sito contribuisce all'audience di

L'Auditorium di Palazzo Coni intitolato a Roberto Gentilotti

La cerimonia sabato 3 ottobre alle 11 alla presenza delle massime autorità sportive provinciali e regionali e del sindaco Patrizia Barbieri. Gentilotti è stato dirigente sportivo per oltre sessant'anni

Roberto Gentilotti è stato presidente del Coni piacentino per 12 anni

La sede del Coni Point Piacenza, da anni casa delle Federazioni sportive provinciali, avrà uno spazio dedicato alla memoria di Roberto Gentilotti. All’ex Presidente provinciale del comitato olimpico, infatti, verrà intitolato l’Auditorium del Palazzo Coni di via Calciati con una cerimonia che, nel rispetto delle attuali disposizioni sul distanziamento interpersonale, si svolgerà sabato 3 ottobre alle 11 alla presenza delle massime autorità sportive provinciali e regionali, nonché del Sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri.

Dirigente sportivo con una carriera lunga più di sessant’anni, Gentilotti entrò a far parte del Coni provinciale negli anni Settanta, durante la presidenza dell’avv. Edgardo Franzanti, dopo l’esperienza maturata inizialmente nella Federazione cronometristi e successivamente nel Centro sportivo italiano. Dopo la scomparsa di Franzanti, la cui opera fu continuata da Franco Bargazzi, Gentilotti divenne vicepresidente del Comitato olimpico piacentino, ente di cui in seguito fu eletto alla massima carica che conservò per tre quadrienni olimpici fino al 2004, quando passò il testimone a Stefano Teragni. All’incarico di Presidente provinciale, Gentilotti affiancò anche l’impegno nel Coni regionale dell’Emilia Romagna, in cui operò soprattutto nell’interesse e per la tutela dello sport piacentino.

Un impegno unanimemente apprezzato che, non a caso, fu riconosciuto e premiato dal Coni nazionale con la Stella d’oro al merito sportivo, massima benemerenza attribuita ai dirigenti sportivi dall’ente a cinque cerchi. Gentilotti, che nel 2013 divenne Presidente onorario del Coni Point Piacenza, fu anche insignito, sempre per meriti sportivi, dell’onorificenza di Grand’Ufficiale.

«Ho avuto la fortuna di conoscere Roberto - ricorda il Delegato provinciale Coni, Robert Gionelli - durante gli ultimi anni della sua presidenza, appena prima del passaggio di consegne con Stefano Teragni. Nonostante avesse quasi ottant’anni, era attivissimo, pieno di interessi e desideroso di realizzare sempre qualcosa di nuovo per lo sport piacentino. Ha lasciato molte testimonianze del suo impegno e del suo lavoro, tra cui anche l’attuale sede del Coni Point, per cui si spese tantissimo all’inizio degli anni Novanta. Il suo obiettivo, infatti, era quello di dotare il Comitato provinciale di una sede prestigiosa in grado di rispondere alle esigenze di tutte le Federazioni, che ancora oggi vi sono ospitate. Anche per questo abbiamo ritenuto doveroso ricordarlo per sempre nella “casa dello sport piacentino” nata, appunto, grazie al suo impegno e alla sua lungimiranza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento