menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il PalaBanca oggi apre per la partita ma non ai tifosi

Il PalaBanca oggi apre per la partita ma non ai tifosi

Gas Sales in campo, rinviate le partite di Assigeco e Bakery

Al PalaBanca confermata la sfida con Sora. La squadra di Martelossi torna da San Severo dove era arrivata ieri, il sindaco di Giulianova non apre il palasport per la sfida con la formazione di Campanella

Gas Sales in campo, ovviamente a porte chiuse, Assigeco e Bakery no. Nel caos che stiamo vivendo in Italia lo sport non fa eccezione. Anzi, forse è uno dei settori in cui la confusione è ai massimi livelli.

Iniziamo da chi, almeno fino a questo momento, vede confermato il programma previsto nelle ultime ore. La Gas Sales domenica alle 18 affronta Sora in un PalaBanca deserto. I laziali sono arrivati ieri a Piacenza, in tarda mattinata si stavano allenando e questo pomeriggio saranno regolarmente in campo.

Niente da fare invece per l’Assigeco, che avrebbe dovuto affrontare San Severo in trasferta. La formazione di Martelossi è partita ieri per la lunghissima trasferta, si è allenata e in serata ha avuto notizia del decreto emanato dal Presidente del Consiglio. «Ci siamo subito attivati per capire cosa sarebbe successo – spiega il general manager Andrea Bausano – soprattutto per quanto riguarda le singole situazioni territoriali. Inizialmente infatti non si capiva chi potesse entrare e chi no nelle zone rosse. Nel frattempo hanno iniziato a saltare alcune partite di Serie A1, Treviso ha lasciato Pesaro, Brindisi se ne è andata da Venezia. A oggi non esiste ancora una comunicazione ufficiale della Lega basket, ma siamo stati autorizzati a rientrare».

Tutti sul pullman dunque per una partita già rinvita e nuovamente spostata a data da destinarsi, con costi aggiuntivi per la società. Ma Bausano racconta anche di una situazione particolare vissuta dalla squadra. «In albergo ci hanno messo in una sala separata dagli altri, ci servivano con i guanti e gli ospiti facevano il possibile per stare lontani da noi».

Insomma, piacentini da evitare, così come è successo alla Bakery che nel pomeriggio di oggi avrebbe dovuto affrontare Giulianova in trasferta. Anche in questo caso non c’è una comunicazione ufficiale di annullamento della partita, ma la formazione biancorossa questa mattina non è salita sul pullman diretto in Abruzzo. Il motivo lo spiega il presidente Marco Beccari. «Da Giulianova ci hanno fatto sapere che il sindaco non avrebbe aperto il palasport visto che arriviamo da una zona rossa. Per questo sarebbe stato inutile affrontare un viaggio di 1000 chilometri, fra andata e ritorno, inutilmente. Ci siamo già accordati con i nostri avversari, che si sono detti disponibili a recuperare l’incontro appena possibile».

Bakery sindaco Giulianova-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento