rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Appuntamenti

Astutillo Maglioglio diventa Ufficiale della Repubblica Italiana: la decisione di Mattarella

L'ex portiere riceverà l'onorificenza il 29 novembre al Quirinale "Per il suo costante e coraggioso impegno a favore dell’assistenza e dell’integrazione dei bambini affetti da distrofia"

La storia di Astutillo Malgioglio la conoscono tutti quelli che seguono il calcio dagli anni ’80 e hanno qualche primavera sulle spalle. Portiere di livello assoluto, in Serie A con l’Inter dei record di Trapattoni che vinse lo scudetto  nel 1989 e la Coppa Uefa nel 1991 ma anche con la maglia della Roma dominatrice in Coppa Italia nel 1984, indossò pure la casacca di Lazio, Brescia e Atalanta. Ma salì agli onori della cronaca soprattutto per il suo impegno sociale: nel 1977 fondò Era77 per l’assistenza ai portatori di handicap e in un periodo in cui la disabilità era vista come una sorta di tabù non fece mistero della sua attività, che gli costò parecchio anche nel rapporto con alcuni tifosi.

Adesso il suo impegno riceve un riconoscimento ufficiale: Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, ha deciso di conferire 33 onorificenze al merito a cittadini e cittadine che si sono distinti per atti di eroismo e per l’impegno nella solidarietà.

Nel gruppo anche il piacentino Astutillo Malgioglio, 63 anni, che il 29 novembre al Quirinale diventerà Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana: «Per il suo costante e coraggioso impegno a favore dell’assistenza e dell’integrazione dei bambini affetti da distrofia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Astutillo Maglioglio diventa Ufficiale della Repubblica Italiana: la decisione di Mattarella

SportPiacenza è in caricamento