rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Altri sport

La scherma giapponese parla piacentino: indigestione di medaglie per il Chanbara. FOTOGALLERY

Nel campionato interregionale svoltosi a Quarto e riservato alle società del centro nord la nostra società conquista anche il primo posto a squadre

La Scherma giapponese parla piacentino. Ai Campionati Centro Nord di Sport Chanbara svoltisi a Quarto, il Taekwondo Chanbara Sports & Arts of Kombat Piacenza conquista l'ambito trofeo a squadre e ottiene ottimi risultati a livello individuale di fronte a società provenienti da tutto il centro nord che si sono incontrate per gareggiare e mettersi alla prova dopo lo stop forzato a causa della pandemia, scrivendo così la prima pagina di una nuova storia di sport e aggregazione.

Chanbara-Campionato Interregionale 2021

«Abbiamo ottenuto risultati straordinari»: è più che soddisfatto il direttore tecnico Valerio Aliberti al termine della manifestazione.

Mattia Carrara (categoria Bambini Misto) si è piazzato secondo nella finale Kodachi (Spada corta). Paulo Zadorhoznyak (categoria Bambini Misto) ha conquistato la medaglia di bronzo nelle Kihon Dosa (Forme) e Tate Kodachi (Scudo e spada). Kristijan Smilkov si è invece laureato campione della categoria Speranze Maschili nella Kihon (Forme).

In evidenza anche Stefano Merli, che domina le specialità di combattimento (Datotsu) vincendo l’oro in Kodachi (Spada corta), Tate Kodachi (Scudo e spada) e Choken Freestyle (Spada lunga), subito seguito dal compagno di squadra, e medaglia d'argento, Antonino Emanuele Pavia.

Ottima anche la prestazione delle atlete in gara nella categoria Cadetti Femminili: Viktorija Terzjeva si laurea campionessa nelle specialità Kihon (Forme), Kodachi (Spada Corta) e Tate Choken (Scudo e spada lunga), conquistando l’argento nella specialità Nito. E’ Elena Farina invece a conquistare l’oro nella specialita Nito (Due spade), conquistando l’argento nella specialità Kodachi (Spada corta) e due bronzi nella specialità Kihon Dosa (Forme) e Kodachi (Spada corta). Elisa Martini vince infine due argenti nelle specialità Kihon Dosa (Forme) e Tate Choken (Spada lunga e scudo) e due bronzi in Nito Due Spade) e Kodachi (Spada corta).

Nella Categoria Assoluti Maschili Dan lo stesso Maestro Valerio Aliberti fa incetta di medaglie con un poker di ori vincendo in tutte le specialità presenti (Kihon Dosa, Kodachi, Morote  e Choken Freestyle).

Ottima infine la prestazione dell’Atleta Assoluti Kyu (cinture colorate) Vanessa Bertonazzi con tre ori (Kihon, Kodachi e Morote) e un argento (Choken Freestyle), nonché della istruttrice Amalia Veglia Tranchese con un oro (Choken Freestyle) e tre argenti (Kihon, Kodachi e Morote).

«Gli atleti hanno dimostrato grande volontà e spirito di abnegazione - spiega Aliberti - lavorando in condizioni non semplici, visto il lockdown che ha penalizzato non poco il settore sportivo. Questa gara è segno di grande voglia di ripartenza e riscatto non solo per Piacenza, ma per tutto il movimento Nord Italia di Sport Chanbara che ha dimostrato grande coraggio e determinazione. Adesso non resta che lavorare ancora più duramente in vista degli impegni agonistici futuri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scherma giapponese parla piacentino: indigestione di medaglie per il Chanbara. FOTOGALLERY

SportPiacenza è in caricamento