Questo sito contribuisce all'audience di

Il modo migliore per dimagrire? Il digiuno intermittente

Nuova puntata della rubrica su preparazione fisica e fitness curata dal professor Carlos De Lellis: i consigli sull'alimentazione

Prosegue su Sportpiacenza la rubrica dedicata all'attività fisica, all'alimentazione e più in generale a tutto quanto serve per stare bene. A guidarci passo dopo passo sarà Carlos De Lellis, conosciutissimo preparatore di società sportive professionistiche. Ai nostri lettori darà indicazioni, consigli e suggerimenti per svolgere un'attività alla portata di tutti. E chi vorrà avrà anche un'opportunità ulteriore: scrivendo a redazione@sportpiacenza.it potrà presentare le proprie domande a De Lellis, che avrà dunque un filo diretto con il preparatore. Le più interessanti saranno pubblicate in questa rubrica.

Prima di iniziare vorrei evidenziare che i contenuti di queste rubriche non sono consigli medici. Sono indirizzati agli adulti sani e dunque non comprendono donne incinte o in fase di allattamento, persone che soffrono di ipertensione, diabete, epilessia, disturbi cardiaci, che hanno avuto un ictus, sono affetti da obesità o qualsiasi altro disturbo metabolico e che devono essere monitorati costantemente da specialisti esperti .


Vi stanno usando. Persone con una elevata conoscenza e un lungo allenamento nell’uso della psicologia del comportamento umano, da decenni applicano le loro tecniche per manipolarvi, inducendovi a mangiare di più e quindi spendere di più. Investono milioni di euro in pubblicità per indurvi ad acquistare di più. Volete un dato? Evitando di mangiare soltanto 20 calorie in più al giorno risparmieremmo in media 3 euro al anno. Moltiplicati per le milioni di persone sovrappeso fanno circa 8 milioni di euro.
Con queste premesse emerge in modo chiaro perché vogliono farci mangiare di più, spendere in palestre ed attrezzature per bruciare calorie. State investendo euro per eliminare qualcosa che in precedenza avete pagato per introdurre nel vostro corpo. Suona illogico e perfino ridicolo. Se ci fosse l’incoraggiamento ad evitare il consumo eccessivo di calorie si frenerebbe l’industria del cibo e quella del fitness. Per televisione, radio, giornali e riviste voi non siete il cliente, quello che acquista, siete il prodotto. Non esiste alcun Public Relation team al mondo che pensi al bene del consumatore perché questo non fa guadagnare soldi.
Chi guadagna soldi quando voi mangiate in eccesso ?
- produttori e distributori di cibo
- proprietari e gestori di ristoranti e loro staff
- produttori e distributori di farmaci ed integratori
- produttori e distributori di vestiti
- produttori e distributori di attrezzi di fitness, applicazioni ed strumenti
- proprietari di palestre e loro istruttori
- proprietari di cliniche e centri medici e loro staff
- nutrizionisti ed consulenti specializzati nel perdere peso
- prodotti miracolosi come tisane, creme, prodotti dimagranti
- riviste popolari di basso costo che suggeriscono come perdere 10 chili in un mese
- produttori e distributori di articoli tipo sedie a rotelle elettriche, biciclette e motorini elettrici, sanitari di misure xxxl
- autori, case editrici e venditori di libri con diete miracolose
Beh un bel business direi. Quando abbiamo pubblicato i primi due articoli, immediatamente sono apparse critiche molto forti. Indovinate da quali fonti? I proprietari e gestori di palestre e loro staff. Il fitness e la sua gestione rappresentano un importante giro economico, quindi chi sostiene che per essere in forma sia sufficiente un minimo di materiale sportivo che permetta di fare work out ovunque, viene accusato di terrorismo e deve essere denigrato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • LIVE Trapani-Piacenza 2-0: Siciliani in B, grande delusione per i biancorossi

  • Serie C - Ecco le possibili composizioni dei Gironi A, B e C per la stagione 2019/2020

  • Marco Gatti: «Trapani superiore ma via questi politicanti dal calcio. E' uno scandalo ciò che ci hanno fatto»

  • Calciomercato - Piacenza, per il dopo Ferrari c'è un tris di nomi: Brunori, Morra e Gliozzi

  • Piacenza - Il dg Marco Scianò: «Soci più uniti che mai. Ripartiamo con l'ambizione di stare al vertice»

  • Piacenza - Ci siamo, Franzini indica la rotta: «Con coraggio e testa: prendiamoci la Serie B»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento