Questo sito contribuisce all'audience di

In tantissimi per l'ultimo saluto a Carlo Baldini

Molte persone non hanno trovato posto all'interno della chiesa di Agazzano e hanno seguito la cerimonia dal sagrato

Nessuno è voluto mancare per l’ultimo saluto a Carlo Baldini, personaggio sportivo di assoluto spessore e ristoratore conosciutissimo in provincia. La chiesa di Agazzano questo pomeriggio era gremita, tanto che molte persone si sono dovuto fermare sul sagrato e hanno assistito alla cerimonia dall’esterno. Presente al gran completo il mondo della pallavolo provinciale di cui Baldini è stato per anni un esponente di spicco, prima come giocatore quindi come tecnico e infine da dirigente. C’erano i suoi giocatori dell’Opel, la società che aveva creato da zero per portarla a un passo dalla Serie A, i tanti avversari di una vita trascorsa sui campi, atleti di oggi e di ieri che hanno voluto portargli l’ultimo saluto ma anche tanti dirigenti di altri sport che conoscevano Baldini per il suo carattere sempre schietto ed estroverso. L’ultima sua apparizione al PalaBanca risale a pochissimo tempo fa: il 30 dicembre infatti aveva assistito alla gara vinta dalla Gas Sales contro Cantù, nella prima giornata del girone di ritorno della Serie A2. Al termine della cerimonia il feretro è stato tumulato nel vicino cimitero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus - Piacenza-Sambenedettese non si gioca, tutto sospeso il calcio piacentino

  • Emergenza coronavirus: sospeso tutto lo sport provinciale

  • Piacenza - Squadra spenta e demotivata, servono nuove idee. La crisi dei biancorossi in tre punti

  • Scontri nel derby Reggiana-Piacenza: arriva il primo Daspo ma è solo l'inizio

  • Serie C - Un Piacenza troppo brutto per essere vero viene spazzato via dal Carpi

  • Piacenza - Marco Gatti: «Franzini non è in discussione». Il tecnico: «Carpi superiore»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento